Arredamento.it

Arredamento.it

Cucine classiche ad angolo per chi ama la tradizione

Cucine classiche ad angolo per chi ama la tradizione

- 29 aprile 2018

Cucine con angolo

Le cucine classiche ad angolo sono la soluzione ideale per chi desidera creare un ambiente comodo e funzionale ma non intende rinunciare ad atmosfere calde, accoglienti, familiari. Se l’angolo a disposizione è uno soltanto, la cucina assume la struttura a L; se invece gli angoli fruibili sono due, si può optare per la configurazione a U. La cucina ad angolo classica è perfetta sia in un locale “dedicato”, autonomo e a sé stante, sia in un locale che formi un unicum con il soggiorno. In questo secondo caso si ha la possibilità di stare con i familiari e gli amici anche quando ci si dedica alla preparazione dei pasti, al contempo muovendosi agevolmente e senza essere disturbati. Importante è costruire un efficiente triangolo operativo che unisca la zona dedicata alla cottura, quella riservata al lavaggio e il piano lavoro. Fondamentale è anche la definizione di un progetto che consenta di avere tutto a portata di mano. In foto la cucina Beverly di Stosa, la cui componibilità consente di dar forma a raffinate soluzioni per le più diverse esigenze. Ampia la proposta di finiture, dal colore alle essenze. L’accostamento legno e vetro crea un contrasto di tendenza.

Cucine classiche con dispensa ad angolo

Le cucine classiche ad angolo trovano perfetta collocazione in ambienti sia piccoli che grandi. Possono, cioè, essere efficienti soluzioni salvaspazio ma anche valorizzare stanze in cui la metratura non imponga particolari limitazioni. Le migliori aziende del settore propongono ormai, nella maggior parte dei casi, modelli componibili che si traducono in diverse possibilità di configurazione; partendo da una determinata proposta, cioè, l’utente può richiedere modifiche strutturali relative alle proprie esigenze e ai propri gusti. E’ possibile scegliere la disposizione dei contenitori, dei pensili, la collocazione dei vari elettrodomestici, del piano cottura e del lavabo (naturalmente tenendo conto della posizione degli allacci). Non di rado viene richiesto l’inserimento di una dispensa, che da un lato è un grande valore aggiunto in termini di praticità e dall’altro è un elemento dal sapore retrò di grande effetto dal punto di vista stilistico. In foto la cucina La Certosa di Febal, caratterizzata da un’immagine “antica” e familiare, da strutture che incorniciano e contengono gli elementi in legno, contribuendo a creare vere e proprie ambientazioni architettoniche che rievocano le cucine padronali o abbaziali di un tempo.

Cucine angolari piccole

Le cucine angolari piccole possono essere complete di ogni comfort ed estremamente funzionali: tutto sta alla qualità della progettazione. Affidandosi ad autentici professionisti del settore è possibile studiare diverse soluzioni che consentano di ottimizzare tutto lo spazio disponibile. E’ fondamentale tener conto della posizione di porte e finestre, anche per sfruttare al massimo la luce naturale, dei punti presa e dei punti luce. Incide molto anche la collocazione degli attacchi di acqua e gas, così come quella della caldaia. Ottima idea è utilizzare nel miglior modo possibile le altezze, in primis con colonne di varie tipologie e dimensioni e che magari ospitino pure il forno e la lavastoviglie. Una penisola, estraibile o meno, è un elemento jolly che funge sia da piano lavoro che da tavolo, a fronte di un ingombro ridotto. In foto la cucina Highland di Scavolini.