La scelta dei camini a pellet

Camini a pellet

I camini a pellet sono camini con focolare chiuso, diviso dalla stanza da pareti in vetro a tenuta, e dotato di un meccanismo che inserisce i pellet al suo interno, per permettere al focolare di bruciare per molte ore. Un sistema di ventilazione permette al focolare di bruciare il pellet in modo ottimale, in modo da ottenere una grande quantità di calore anche da poco combustibile; all'interno di un camino a pellet è possibile inserire delle ventole che distribuiscono l'aria calda nelle stanze, a partire dalla zona vicino a terra. Con questi camini quindi è possibile utilizzare il caminetto per il riscaldamento domestico in maniera efficiente; il pellet viene conservato in grandi quantità in un cassetto, da dove viene liberato gradualmente, anche durante la notte. Sistemi elettronici ci permettono anche di regolare l'intensità del calore prodotto, o di programmare l'accensione e lo spegnimento del caminetto, anche quando non siamo in casa. Il risultato è che il caminetto può venire sfruttato proprio come fosse una stufa, producendo una grande quantità di calore per la casa.
Camino a pellet


Camini a pellet prezzi

Camino a pellet Il prezzo dei camini a pellet dipende da molte variabili; prima di tutto dovete considerare le dimensioni del camino e la quantità di calore prodotto, che viene espresso in KW ora; più KW prodotti comportano una spesa iniziale maggiore, ma anche un ampio cassetto per il pellet o dotazioni quali ventole secondarie, o controlli elettronici per l'accensione a distanza. Risulta possibile collegare il caminetto a un sistema di canalizzazione del calore prodotto, proprio come avviene con le stufe, utile per portare il calore in altre stanze della casa; chiaramente se non avete già un sistema di tubature nei muri, sarà necessario aggiungere la spesa per approntare questi sistemi al prezzo del caminetto. Se già possedete un caminetto, in commercio potete trovare anche inserti che permettono di utilizzarlo come un focolare chiuso a pellet; ovviamente la spesa iniziale in questi casi dipende dal tipo di caminetto che già possedete. In ogni caso, risulta sempre conveniente una spesa di questo tipo, in quanto vi permetterà di utilizzare il vostro caminetto in maniera più efficiente, e quindi di risparmiare anche molto sul riscaldamento domestico.

  • Termocamino a pellet Il termocamino a legna pellet è una pratica soluzione per il riscaldamento domestico; rispetto ai comuni caminetti, i termocamini presentano un focolare a camera chiusa, con una pratica porta apribile...
  • Camino bioetanolo I camini bioetanolo, ecologici e green, non producono fumi nocivi e rappresentano una valida alternativa a quelli classici. Non solo rispettano la salute dell'ecosistema, ma presentano spesso morfolog...


Inserto camini pellet

Inserto per caminetto a pellet Se già in casa avete un caminetto tradizionale è possibile acquistare un inserto da introdurre nel focolare, in modo da renderlo un moderno caminetto a pellet ad alto rendimento. Si tratta in sostanza di un focolare chiuso con porte a vetro, dotato di tutta la tecnologia innovativa disponibile oggi, che va semplicemente inserito nella bocca del caminetto preesistente. A seconda dello spazio che avete a disposizione, cioè delle dimensioni del vostro caminetto, potrete inserire un semplice caminetto a pellet, con piccolo cassetto per il combustibile, oppure un caminetto a pellet più complesso, con ventole per la distribuzione dell'aria nell'abitazione. Esistono inserti per caminetti a pellet dotati anche di un cassetto secondario per il pellet, che vi permette molte ore di autonomia del focolare, e anche caminetti provvisti di un serbatoio di acqua calda, che può essere immessa nell'impianto di riscaldamento domestico, in modo da utilizzare il caminetto anche per l'acqua calda sanitaria. L'utilizzo di un caminetto a pellet permette una maggiore efficienza del focolare, che rende il camino un vero e proprio elemento dell'impianto di riscaldamento.


Le opinioni dei consumatori

Pellet di legno Chi ha potuto provare a casa sua un caminetto a pellet ne ha subito compreso potenzialità e prestazioni: rispetto ad un comune caminetto, che riscalda solo l'area posta vicino al focolare, e solo quando qualcuno è presente per aggiungere legna, il pellet fornisce dei servizi innegabilmente molto utili; un caminetto a pellet si accende e si spegne quando lo avete programmato, e un ampio cassetto per il combustibile può permettere di lasciarlo acceso per giorni, senza la necessità che qualcuno lo alimenti. Il pellet può essere meno costoso della legna, soprattutto se viene acquistato in periodi primaverili o estivi, quando il prezzo scende di molto; ma anche quando il pellet è costoso, la sua efficienza è decisamente impareggiabile rispetto a quella della legna, e quindi con poco combustibile si produce molto calore. La manutenzione del caminetto a pellet risulta poi molto semplice, in quanto le ceneri prodotte sono in quantità ridotta rispetto ad un caminetto a legna. I prezzi sono a volte un poco alti, ma vengono ripagati rapidamente grazie al combustibile a costo molto basso.


Come funzionano i camini a pellet

Come funzionano i camini a pellet Sempre più richiesti nel riscaldamento alternativo ecologico, i camini a pellet sono la tendenza del momento perché riescono a conciliare design e fruizione di un combustibile naturale, ottenuto dalla lavorazione degli scarti del legno vergine e senza corteccia, legato con la lignina dello stesso legno senza collanti o additivi. Dal momento che incentiva il riciclo attivo di un combustibile inutilizzato che altrimenti verrebbe buttato, è considerato ecologico e poco costoso. I camini a pellet si caratterizzano per il focolare chiuso capace di mantenere per molto più tempo il calore nella sua camera di combustione e di diffonderlo lentamente attraverso i suoi rivestimenti: la ghisa, la maiolica o la ceramica sono le materie prime per eccellenza in grado di accumulare una percentuale di calore elevata e sprigionarla all'esterno.

I camini a pellet sono dotati di un bruciatore e di un apposito serbatoio in cui è contenuto il pellet: una coclea, per alimentare il caminetto, raccoglie il combustibile e lo lascia cadere all'interno del focolare, mescolato da un getto di aria, una sorta di sistema di ventilazione, indispensabile per ottenere un'ottimale combustione e per la riduzione dei consumi di combustibile pellet.

Il camino a pellet, a differenza dei camini a legna, necessita della corrente elettrica per avviare il suo funzionamento; per questo, in fase di decisione del sistema di riscaldamento più conveniente è necessario valutare non solo i costi e il consumo del pellet ma anche il consumo elettrico dell'impianto. La resa termica maggiore rispetto ai tradizionali camini a legna – grazie a un tiraggio “forzato” che permette l’espulsione dei fumi all’esterno con un sistema di ventilazione elettrico – lo rende comunque più vantaggioso.

Nella foto, un caminetto a pellet Piazzetta modello Vienna, dotato di una cornice in maiolica realizzata a mano con decorazioni in bassorilievo.


Inserti per camini a pellet

Inserti per camini a pellet Gli inserti per camino sono ideali per trasformare un vecchio focolare da semplice elemento di decoro a vera “macchina da riscaldamento”. Basta installare l’inserto a pellet o a legna nel vano del camino preesistente che non scalda abbastanza o non funziona più.

Grazie a una struttura interna totalmente estraibile rispetto al guscio esterno, gli inserti per camino si collegano in modo semplice alla canna fumaria già presente e possono essere quindi installati senza effettuare particolari modifiche strutturali o grossi interventi di muratura. Per la velocità di montaggio, sono particolarmente adatti anche per nuove installazioni.

Accanto a tutti i vantaggi legati a un’installazione semplice e veloce, gli inserti a pellet offrono anche la praticità e il risparmio tipici del riscaldamento a pellet. Grazie agli alti rendimenti, gli inserti a pellet permettono di ottenere risparmi dal 60 all’80 per cento rispetto ad un tradizionale focolare aperto alimentato a legna. Inoltre, come tutti i prodotti a pellet, anche gli inserti si possono programmare secondo i propri orari e le proprie esigenze.

Il modello Vivo80 di MCZ garantisce la massima praticità d’uso. Il camino infatti si accende e si spegne con un telecomando e si può anche programmare.


Camini a pellet ad angolo

I camini a pellet ad angolo sono ideali per risparmiare spazio perché si possono installare in un angolo casa. Lo scarico dei fumi è collocato solitamente nei due lati della struttura e il più di volte si presenta a pianta triangolare, con frontale e sportello realizzato in vetro termico temprato che permette la visione della fiamma “danzante”, simile a un caminetto tradizionale. Proprio per la sua particolare forma estetica, la stufa a pellet angolare può essere installata a un'altezza della pavimentazione personalizzabile.

Il camino a pellet Eva Calòr della serie Raffaello è una stufa ad angolo di 12 kW e la sua caratteristica principale è che può essere installato in un angolo risparmiando gli ingombri che hanno normalmente gli altri caminetti. Raffaello comprende il corpo macchina, la cappa e il basamento che seguono una linea curva arrotondando una zona normalmente squadrata della casa. Eva Calòr ha progettato un innovativo sistema di caricamento pellet: il serbatoio è stato posizionato sotto la camera di combustione a soli 50 cm da terra, agevolando l’utente nella fase di riempimento


La scelta dei camini a pellet: Camini a pellet o legna

Camini a pellet o legna Un camino a pellet è formato da un focolare che utilizza il pellet come combustibile e può essere realizzato sia in un caminetto preesistente sia in una costruzione ex novo.

Nel caso di abitazioni di nuova costruzione, si può utilizzare un monoblocco a pellet o anche un inserto a pellet, ai quali si potrà abbinare il rivestimento che più si adatta allo stile della casa.

Se invece nel salotto o in taverna c’è già un vecchio caminetto aperto che, nonostante consumi moltissima legna, non riesce a scaldare casa, è possibile introdurre un inserto a pellet nella struttura già presente. Un inserto a pellet consente di recuperare un vecchio camino intubando la canna fumaria esistente con un minimo di lavori di muratura.

Esistono poi soluzioni di camini combinati a legna e pellet, come il modello St. Osvald di Palazzetti, che offrono la possibilità di scegliere quale tipologia di combustibile utilizzare, grazie al passaggio automatico da legna a pellet. Disponibili sia ad aria che ad acqua, i camini combinati legna e pellet diffondono calore uniforme tramite un ventilatore – con possibilità di canalizzarlo negli ambienti di tutta la casa – o un impianto ad acqua.