ti aiutiamo a scegliere il pavimento della cucina

- 01 febbraio 2016

Come abbinare i mobili della cucina al pavimento

Concordanza di stile e nuance o dissonanza di mood e colore? Questa è la domanda da porsi quando si pensa all’abbinamento tra arredo della cucina e pavimento. La prima soluzione è la più semplice, mentre per la seconda occorre fare più attenzione e avere buon gusto e creatività per evitare cadute di stile.
Qualunque sia la scelta, mai dimenticare l’aspetto pratico: il pavimento deve essere resistente e duraturo.
Ecco 3 attuali ispirazioni di stile:

  • Ceramica Rondine propone il pavimento in gres Denim, per una cucina dal fascino anni ’70 con texture tessile e geometrie grafiche.
  • 20x20 cm è il modulo ritmico delle cementine in gres D_Segni di Marazzi, per una cucina dal pavimento decor e colorato.
  • Il marmo più pregiato viene reinterpretato dalle piastrelle Zero.3 Eternity di Panaria Ceramiche, dalle grandi dimensioni e dal sottile spessore.

Quali piastrelle per il pavimento se la cucina è bianca

Una cucina bianca permette di spaziare nella scelta del pavimento, in quanto si presenta come una base neutra da personalizzare con superfici decorate, colorate, materiche, lucide o opache.
Ma da dove iniziare per realizzare un ambiente fatto a posta per noi? Il punto di partenza è lo stile che si vuole ricreare: classico, rustico, o moderno ed elegante, industrial, vintage, o informale e pratico. Il consiglio da dare è quello di evitare bianco su bianco, poiché difficilmente riusciremo ad ottenere uniformità e omogeneità di tonalità, fosse solo per una diversa esposizione alla luce naturale delle superfici bianche (verticali quelle dei mobili della cucina, orizzontali quelle delle piastrelle).
In foto una moderna cucina bianca con penisola è completata da rivestimenti a terra e a parete di Ceramiche Caesar.

Le più belle cucine con pavimento in gres

Glamour e sofisticata, essenziale ed elegante o tecnica e industriale? Qual è la tua cucina preferita? Abbiamo selezionato 3 splendide cucine con pavimento in gres, che evocano atmosfere confortevoli, equilibrate, sofisticate, da cui trarre ispirazione. Ecco la nostra personale gallery.

  • Superfici opache e lineare che virano dal rosa al rosso ravvivano la cucina rifinita con il pavimento in gres lucido Vetri di Ceramiche Refin che, rifacendosi alle superfici vetrate, dona luminosità all’ambiente.
  • La cucina dagli accenti minimali, riscaldata da superfici in legno, mostra nella zona operativa con penisola un ampio tappeto di piastrelle in gres di Mutina dai toni neutri.
  • Maschile e tecnologica si presenta la cucina rivestita dalle piastrelle Motion di Florim, che si rifanno alle sfumature intense ed eterogenee del cemento.

Si può utilizzare il pavimento in cotto in cucina?

Il pavimento in cotto ha avuto sempre un forte appeal sia per la sua alta resa estetica, che per quel senso di naturalità che evoca, dovuto alle sue calde tonalità terra che nascono dalla sua origine 100% naturale. Ma le piastrelle in cotto sono adatte alla cucina?
La risposta sul lato pratico è no, in quanto il cotto è un materiale molto poroso e quindi poco resistente alle macchie, che vengono facilmente assorbite e, come sappiamo, in cucina è difficile risparmiare schizzi e sporco provenienti dai fornelli. Se però non si vuole rinunciare a questo prezioso e rustico materiale tipico della tradizione italiana, l’idea è quella di adottarlo nell’area pranzo e creare un tappeto in gres in prossimità della zona più operativa della cucina.
In foto il pavimento in cotto fatto a mano di Fornace Bernasconi.

Sfoglia i cataloghi: