Piastrelle cucina, come scegliere i rivestimenti per la cucina

La scelta delle piastrelle della cucina

La cucina è il settore principale all'interno della struttura abitativa ed è l'ambiente più vissuto in assoluto, per questa ragione bisogna prestare più attenzione nell'organizzazione arredativa, anche per quel che riguarda le parti in muratura. Per queste ragioni, la scelta delle piastrelle copre un ruolo fondamentale nell'architettura strutturale dell'arredamento.

Come primo concetto, dobbiamo evidenziare che la scelta nel rivestimento delle piastrelle in cucina è legata al tipo di mobili che si ha intenzione di inserire, tenendo presente quindi e valutare se l'arredo rispecchia uno stile classico, moderno o neo classico.

Se l'intenzione è quella di utilizzare mobili tradizionalmente classici, la scelta delle piastrelle deve ricadere su un prodotto adeguatamente abbinato e quindi non lucido, dal colore non vivace e possibilmente dalla forma antichizzata come ad esempio i bordi irregolari ed infine utilizzare una stuccatura per giunti che assuma un colore adeguatamente abbinato al tipo di piastrella ma sempre dalla tonalità opacizzata e non troppo chiara.

Questa procedura serve a mantenere intatto lo stile dell'ambiente e a fare in modo che nessun elemento vada in contrasto con un altro, per rispettare una linea d'arredo stilisticamente corretta e un'armonia perfetta in tutti i suoi aspetti. 

Piastrelle cucina

I Am ABK Tazza Ufficiale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,84€


Piastrelle e abbinamenti in cucina

piastrelle rivestimento Se invece si opta per un arredamento moderno, bisogna applicare un rivestimento che sia in tema con uno stile più attuale, quindi usare piastrelle con superficie lucida, colori più chiari, vivaci e con forme un po' più particolari, ad angolo vivo e fuga più stretta, facendo in modo che non prevalga visivamente sull'arredamento, ma faccia da sfondo mettendo in risalto la bellezza e la naturalezza dei mobili.

In alcune progettazioni dello stile moderno però si usa molto l'inserimento di elementi che contrastano sia nella tonalità del colore che nella forma, quindi è possibile inserire un rivestimento a muro e a pavimento che risponda ad uno stile più classico ma senza esagerare.

Nel caso di arredamento neo classico invece si può scegliere una piastrella che abbia caratteristiche meno rigide delle precedenti in quanto siamo in presenza di uno stile meno direzionale e meno condizionato da strutture eccessivamente moderne quindi più permissivo negli abbinamenti sia nel colore che nella struttura del prodotto.

La scelta delle tonalità in questo caso è più vasta perché il neo classico ci permette di ottenere più abbinamenti essendo strutturato su forme classiche ma con linea più attuale. Ad esempio il colore bianco o panna si sposa molto a questo tipo di struttura stilistica di elementi d'arredo, di conseguenza per la tonalità delle piastrelle di possono usare colori pastello dall'effetto dolce e chiaro che apparentemente potrebbero risultare troppo attuali o moderni ma si accostano molto al neo classico.

  • ceramiche Keope in Scozia Esclusivo progetto residenziale in Scozia sceglie Ceramiche Keope per rivestire i pavimenti interni: qualità e affidabilità tutte italiane.Un progetto per un’abitazione indipendente firmata dall’A...
  • piastrelle fap ceramiche Il bagno è uno degli ambienti domestici più 'critici', vista la presenza di umidità che può comprometterne l'estetica e la funzionalità. Per questa ragione, oltre a essere consigliabile la pittura del...
  • Piastrelle in ceramica Kreo Scegliere le mattonelle cucina moderna significa cercare combinazioni cromatiche, stili e forme nuove ed innovative che diano originalità e unicità all’ambiente. Le regole da seguire per realizzare un...
  • Mattonelle per cucina in muratura La cucina in muratura è il sogno proibito o quasi di gran parte di coloro che amano cucinare. Si tratta di una cucina solida, radicata su un progetto unico e redatto in base agli spazi ed agli ambient...

15 adesivi per piastrelle formato 20x20 cm - PS00058 Adesivi in pvc per piastrelle per bagno e cucina Stickers design - Carrara

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,9€
(Risparmi 4€)


Piastrelle cucina, come scegliere i rivestimenti per la cucina: piastrelle pavimento cucina

Piastrelle in ceramica Tutte queste considerazioni valgono anche per il pavimento che comunque rimane parte integrante dell'ambiente e deve necessariamente avere relazione con gli elementi d'arredo che completano l'ambiente.

La scelta dei formati da utilizzare può ricadere su piccoli formati per ambienti più classici con un giunto di fuga più largo: 3 - 4 millimetri, composizioni a mosaico nella parte centrale del pavimento o piccole greche da applicare a rivestimento nella parte alta per creare un contrasto adeguato, invece formati più ampi per ambienti più moderni con giunti di fuga più stretti e geometrie più articolate che allargano visivamente gli spazi rendendoli più luminosi con tonalità di colore molto chiare abbinate ad inserti decisamente scuri a contrasto.

Come abbiamo potuto vedere, anche le parti murarie della cucina sono elementi fondamentali per completare l'architettura arredativa e rivestono un ruolo di primo piano perché fanno da sfondo all'ambiente mettendo in risalto lo stile, la linea e la qualità dell'arredo in una prospettiva visiva che crea armonia di colori e di forme.

Per queste ragioni si consiglia in ogni caso di non sottovalutare mai nulla quando si tratta di arredamento, perché ogni dettaglio risulta straordinariamente importante dal punto di vista tecnico e pratico, tenendo presente che tutti gli elementi del'arredamento offrono il loro apporto ad un sistema stilisticamente corretto, anche le piastrelle.

Il consiglio principale è quello di prestare attenzione alle scelte da fare perché una giusta applicazione delle piastrelle contribuisce ad ottenere un miglior risultato nell'arredamento della cucina dando una maggiore completezza all'ambiente e ad offrire un colpo d'occhio accattivante e armonioso nello stesso tempo.

 

prima foto: cucina Boffi