Arredamento.it

Arredamento.it

Che materiali ci vogliono per la porta finestra?

Che materiali ci vogliono per la porta finestra?

- 30 luglio 2019

I vantaggi della porta finestra in alluminio

Tra i prodotti maggiormente usati per i serramenti, e dunque anche per le porte finestra, c’è l’alluminio che ha diversi pregi utili. Infatti, è:

  • leggero ma robusto e resistente al tempo e agli agenti atmosferici;
  • versatile, poiché si accorda con diversi stili e consente varie lavorazioni anche a colori;
  • ecosostenibile perché può essere riciclato;
  • a bassa manutenzione e facile da pulire.

L'alluminio della porta finestra va però scelto a taglio termico, cioè deve essere addizionato a uno strato plastico che lo possa isolare dal punto di vista acustico e termico, limitando i consumi domestici.
La collezione di porte finestre EsZeroFrame di Es Finestra è scorrevole, ralizzata con minimo ingombro del profilo, così da creare un effetto visivo a tutto vetro. Profili di anta e telaio sono in alluminio a taglio termico con guarnizione coestrusa in tpe (un elastomero termoplastico) che garantisce alti livelli di impermeabilità e abbattimento acustico, arginando le perdite di calore.

Non passa mai di moda la porta finestra in legno

Scegliere il legno per le porte finestre significa regalare alla casa tutto il fascino di un materiale vivo, autentico, unico, per atmosfere calde e accoglienti. Con diversi lati positivi.
Il legno:

  • permette un’estetica di classe;
  • trasmette solidità, robustezza;
  • è un ottimo isolante termico e acustico;
  • migliora il comfort abitativo e il benessere complessivo;
  • dura nel tempo se sottoposto a una manutenzione periodica con trattamenti specifici contro muffe, infiltrazioni, insetti, agenti atmosferici come il sole che può scolorirlo;
  • può essere riciclato.

La porta finestra Ghost Plus di BG Legno è un modello complanare, cioè con gli elementi perfettamente allineati senza sporgenze, in un design pulito, dove protagonista è il legno lamellare proveniente da foreste certificate e che può essere di pino, pino finger joint, abete Val di Fiemme, larice siberiano, rovere europeo, frassino. Tanti i colori a disposizione, anche laccati. Per una maggiore sicurezza, il serramento ha il fermavetro integrato che migliorare l’aspetto e aumenta il livello antieffrazione.

Come è la porta finestra di vari materiali

Una buona idea per la porta finestra è quella di preferire modelli che uniscano vari materiali. Molto apprezzato è il mix legno e alluminio. In genere, l’esterno del serramento è in alluminio, basico e facile da pulire, in grado di resistere bene alle variazioni del tempo, l’interno è in legno e può donare tutta la sua naturalità selezionato nelle tante essenze a disposizione. Tra i due c’è un cuore di materiale isolante che contribuisce ad aumentare le performance in termini termici e acustici, con conseguente ottimizzazione energetica.
La porta finestra di vari materiali come legno e alluminio è pratica, robusta, sicura, elegante.
In proposito, Fakro propone la sua porta finestra Innoview, concepita in modo da amplificare lo spazio della visione esterna, in perfetta continuità tra dentro e fuori, grazie ai profili sottili. Con Innoview è possibile realizzare serramenti dalle ampie dimensioni, fino a 12 metri in orizzontale e 2,8 in verticale, maneggiabili con il massimo del comfort e della scorrevolezza.

Quali sono i prezzi della porta finestra in pvc

Spesso la porta finestra è realizzata in pvc, un materiale plastico che viene usato in edilizia perché dotato di tante qualità a cominciare dalla sua ottima capacità isolante acustica e termica:

  • resistenza e durevolezza nel tempo;
  • impermeabilità e facilità di pulizia;
  • grande duttilità e adattamento ai più svariati stili;
  • bassa manutenzione e possibilità di essere riciclato.

Ma quali sono i prezzi di una porta finestra in pvc?
La spesa è determinata da vari elementi:

  • le dimensioni e il tipo di apertura (ad esempio scorrevole o a battente);
  • il design, il colore, le finiture (l’effetto legno è più costoso);
  • la tipologia stessa del pvc, cloruro di polivinile, che è composto da elementi diversi in varia percentuale;
  • il tipo di vetro, anche doppio o triplo per un maggior isolamento termico e risparmio energetico, ma pure infrangibile antieffrazione;
  • la chiusura blindata.

In linea di massima, per situazioni basiche, una porta finestra parte da 250 € in su al mq. Da considerare che per l’effetto legno può alzarsi di un centinaio di euro. Un consiglio sempre valido è chiedere diversi preventivi per poi confrontarli.
Profilo ridotto per la porta finestra Prolux Evolution di Oknoplast con maggiore superficie vetrata.

Sfoglia i cataloghi: