Rivestimento camino

Inserto camino

Una volta posizionato un caminetto in una stanza, ovvero dopo aver posto il focolare nel vano preposto, e posizionato la cappa e fissato materiale isolante ed eventuali mattoni refrattari attorno al focolare, è possibile rivestire lo spazio attorno ad esso, che si tratti della cornice, o di tutta la parte che viene occupata dal camino. Non è necessario effettuare questa operazione, attorno al caminetto potete anche semplicemente rifinire il muro con del cartongesso, che è ignifugo e fungerà anche da rivestimento isolante; ma il caminetto spesso viene considerato un vero e proprio elemento di arredo della casa, e quindi è importante rifinirlo in modo adeguato. Nella gran parte dei casi il rivestimento si posiziona solo attorno al camino, a formare una cornice; è possibile scegliere tra tanti materiali: oltre alle classiche travi in legno o in marmo, è possibile utilizzare l’acciaio, i mattoni, o struttura appositamente preparate in marmo o in maiolica. Lo stile della copertura del camino può poi continuare sulla parete sovrastante, sempre mantenendosi in linea con lo stile della stanza.
rivestimento camino

Cornice camino in legno MDF, bianca

Prezzo: in offerta su Amazon a: 131,99€


Rivestimento camino in pietra

Camino rivestito in pietra Il rivestimento camino in pietra e marmo è tra i più diffusi, perché questo materiale garantisce una durata praticamente eterna, comprendendo anche una grande facilità di pulizia, e una grande possibilità di personalizzazione. sono tantissime infatti le pietre utilizzabili per questo scopo, ed è possibile collocare attorno al camino dei mattoni, dei ciottoli, ma anche delle lastre di pietra perfettamente intagliate. Generalmente i rivestimenti in marmo o in lastre di altre pietre pregiate vanno collocati al momento del posizionamento del camino, in quanto entrano completamente nella struttura muraria e vanno ad essa cementati; esistono però molte piastrelle di forme particolari, che possono venire in sostanza incollate attorno alla bocca del caminetto, in modo da rifinire perfettamente il muro. Importante è utilizzare allo scopo dei collanti che resistano al calore nel corso degli anni. Volendo è anche possibile accostare alla parete delle cornici in marmo o pietra, che andranno a formare l’architrave del camino e le due bande laterali.

  • Scegliere il rivestimento termocamino I termocamini sono caminetti chiusi, a tenuta stagna, con un corpo in ghisa e una porta in vetroceramica; il risultato in genere è un focolare chiuso, che nella stanza mostra solo qualche fiamma; per ...
  • letto cantori Cantori celebra l'autunno 2010 con un caminetto, una sedia a dondolo e un letto Cantori: voi aggiungete una minestra di ceci, un piatto di uova al tartufo ed un rosso del Conero, ed avrete tutti gli e...
  • caminetto Don Bar Da unico sistema di riscaldamento a vero e proprio oggetto d’arredo che nasconde un cuore tecnologico. Di forme classiche per gli amanti della tradizione o dal design minimale e quasi scultoreo per ch...
  • camino brandoni centro stanza Brandoni ha partecipato ad AbitaMi decor&design lab, il nuovo appuntamento milanese con l'abitare contemporaneo organizzato nell'ambito del Macef-Salone Internazionale della Casa.Con l’int...

FMD Möbel 641-003 camino sovrastruttura legno, sabbia in legno di quercia, 110 x 28,5 x 117 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 105,47€


Rivestimento camino rustico

caminetto rustico Per il rivestimento camino rustico si utilizzano di preferenza mattoni o elementi in legno, che fungono da architrave sopra il camino; la trave posizionata al di sopra del focolare va posta al momento della costruzione del caminetto, e in genere è necessario l’ausilio di un muratore professionista; oltre a questo è bene acquistare un legno di ottima qualità, già trattato contro tarli, umidità e calore, o si rischia che si spacchi o si rovini nel corso del tempo. C’è anche chi ama un caminetto più vissuto, e quindi utilizza travi non trattate con sostanze ignifughe, perché con il passare degli anni risultino più vissute e rustiche. I mattoni attorno al camino possono essere di cotto, e venire posizionati interi a ricoprire la parete, ma in commercio esistono anche apposite piastrelle simili a mattoni o a ciottoli tagliati: si incollano semplicemente alla parete, dando l’impressione di aver annegato nel muro grandi ciottoli o mattoni dal gusto antico, senza dover affrontare importanti opere di muratura. Questo tipo di camini in genere tende ad imporsi di più sullo stile della stanza in cui vengono posizionati.


Scegliere il rivestimento camino

Caminetto di design Il caminetto è un importante elemento di arredo di una stanza, in quanto non è possibile non notarlo, soprattutto quando è acceso; difficilmente si lascia un caminetto senza alcun tipo di rivestimento, perché in questo modo si riesce ad inserirlo meglio all’interno dell’arredamento dell’intera stanza. La scelta del tipo di rivestimento camino dipende fondamentalmente dai gusti personali, e dallo stile della nostra casa; generalmente si tende a conformare il rivestimento del caminetto allo stile complessivo della stanza, anche se a volte i contrasti possono risultare armoniosi quanto le consonanze. Oltre ai gusti, è chiaro che bisogna spesso tenere conto del proprio portafoglio: un caminetto di design in marmo pregiato è sicuramente molto più costoso di un caminetto rivestito in cartongesso. Ma tra questi due estremi troviamo tanti gradi di mediazione possibili; e se il rivestimento che adoriamo costa davvero troppo, sono disponibili molte piastrelle, finto legno, o finto marmo, la cui resa estetica può veramente essere molto gradevole.