Manutenzione stufa a pellet, come fare

Stufa a pellet i motivi di una scelta

Il crepitio della fiamma, il calore avvolgente del fuoco, quale visione migliore per riscaldare le fredde giornate invernali. A molti che vivono in città e in appartamenti urbani piacerebbe tornare a casa la sera e godere del calore di un camino o di una stufa. Ma molti rinunciano a questa calda comodità poiché camini e stufe a legna necessitano dell'istallazione di ingombranti canne fumarie e di appositi alloggiamenti per il legname. Quindi a meno che non godiate dei grandi spazi di un'abitazione in campagna e non siate dei moderni taglialegna, una valida alternativa studiata per voi è la stufa a pellet. Il suo funzionamento è simile a quello della sua più vecchia sorella stufa a legna ma a differenza di questa, utilizza come combustibile solido il pellet, ricavato dalla pressurizzazione degli scarti della lavorazione del legno, ovvero segatura e simili. L'utilizzo di un combustibile totalmente green e tendenzialmente economico è un valido elemento per indirizzare la scelta verso questo tipo di sistema di riscaldamento. Inoltre la stufa ha il vantaggio di avere già una sua estetica curata e pulita che riveste la struttura stessa, a differenza del camino, la cui struttura necessita di un rivestimento esterno. Oltre alla connotazione green, e all'alto rendimento termico, le moderne e tecnologiche stufe a pellet non necessitano di canne fumarie di grosse dimensioni, le quali invece obbligano a pesanti interventi edilizi. Molte aziende produttrici infatti, affermano che si può ovviare all'istallazione di una canna fumaria, anche se un piccolo scarico dei fumi di combustione è necessario. Questi sistemi poi, essendo collegati alla linea elettrica, superano di gran lunga i classici camini, poiché la ricarica del pellet è automatica e il funzionamento della stufa può essere programmato, temporizzando accensione e spegnimento, addirittura con controllo remoto via sms, quindi dimenticatevi di fare avanti e dietro tra casa e legnaia o di trovare la casa gelida una volta rientrati dal lavoro. Completamente ermetiche, se correttamente istallate non fanno fumo all'interno dell'ambiente domestico e oltre a riscaldare per convezione naturale, possiedono delle ventole che, in modo forzato distribuiscono il calore negli altri ambienti di casa. La stufa a pellet inoltre, può essere allacciata ai termosifoni e all'impianto di riscaldamento a pavimento già presenti in casa, o possono produrre acqua calda sanitaria, per ottenere una maggiore autonomia. Altra prerogativa che rende appetibile la stufa a pellet è quella di poter approfittare dell'ecobonus del 65%, sgravio fiscale offerto dallo Stato anche per una nuova istallazione. Infine, l'estetica, le dimensioni ridotte e il funzionamento semplice e meccanico le rende adatte anche per un'istallazione in contesti urban. Qui, presentiamo Line di Piazzetta, dalle linee essenziali e cornice in maiolica colorata.
Line di Piazzetta

TERMOSTUFA ROSSELLA PLUS BORDEAUX KAL 23000

Prezzo: in offerta su Amazon a: 1681,98€


Come pulire la stufa a pellet

Klin di MCZ Per un corretto funzionamento della stufa e per mantenere in efficienza l'impianto, occorre dedicare del tempo alla corretta manutenzione della stufa a pellet. Possiamo distinguere la manutenzione ordinaria da quella straordinaria. La prima, effettuata dal proprietario, si bassa su una semplice pulizia delle parti principali della stufa. La seconda invece va affidata alle mani esperte di un manutentore specializzato. Ma partiamo dalla prima, che deve essere effettuata in modo accurato. Dimenticate sgrassatori, prodotti aggressivi e spugne abrasive e procuratevi un aspirapolvere e dei panni asciutti per pulire. Aspettate che tutti i componenti della stufa siano freddi e procedete all'apertura dello sportello frontale; iniziate ad raccogliere e ad eliminare i residui della combustione dal braciere e dal cassetto cenere per mezzo dell'aspirapolvere e poi con un panno asciutto pulite il vetro dello sportello dentro e fuori. Quando durante la combustione la stufa inizia a produrre più residui del solito e il vetro si sporca più velocemente, ecco qua che è arrivato il momento di avviare una nuova pulizia; ma se volete sporcarvi le mani il meno possibile, alcune aziende produttrici hanno inventato il metodo di pulizia automatico della stufa. Un consiglio in più? Scegliete sempre un pellet di buona qualità, in quanto questo, producendo meno residui di combustione, vi permette di affrontare minori lavori di manutenzione. Nell'immagine proponiamo Klin di MCZ, una performante stufa a pellet confortevole e silenziosa.

  • stufa a pellet Quando dobbiamo decidere come scegliere una stufa a pellet la prima cosa da fare è informarsi con accuratezza e considerare lo spazio e la stanza in cui la stessa sarà collocata.Questo...
  • stufa a pellet da arredamento A differenza di qualche anno fa adesso una stufa può essere benissimo in grado di sostituire la caldaia in casa facendo così risparmiare sul riscaldamento dell'appartamento, il tutto sta nello sceglie...
  • Funzionamento di una stufa a pellet Le stufe a pellet sono oggi decisamente costose, ma il loro prezzo diminuisce di molto se si valuta anche il risparmio che ci garantiscono. Una stufa a pellet di medie dimensioni può costare attorno a...
  • termostufe Le stufe che si collegano ai termosifoni a pellet o a legna sono chiamate “idrostufe” o “termostufe”. In pratica, mentre le stufe tradizionali scaldano soltanto l’aria, questi prodotti sono in grado d...

3 METRI GUARNIZIONE DI TENUTA CORDA TRECCIA TRICOTEX NERA DIAMETRO 10MM PER STUFA A PELLET

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,4€


Manutenzione stufa a pellet, come fare: Stufe a pellet manutenzione

Marlene Pellet di Sergio Leoni Oltre alla pulizia ordinaria, per mantenere in sicurezza e in ottime condizioni l'impianto, la stufa a pellet ha bisogno di una manutenzione periodica e di una messa a punto che vanno lasciate al lavoro di un tecnico specializzato. Tali manutenzioni vanno effettuate generalmente una volta l'anno, prima dell'inizio della stagione invernale. Sono mansioni tecniche che prevedono: l'ispezione e la pulizia della canna fumaria e la verifica del suo potere di tiraggio, la pulizia dei ventilatori e del crogiolo, la rimozione del rivestimento interno del focolare e la sua pulizia, e la manutenzione di tutte le parti elettriche dell'impianto. Tra le tante apparecchiature da controllare e da mantenere in efficienza, la canna fumaria è una delle più importanti, infatti la mancanza di manutenzione può dar origine a problemi di cattiva combustione, di intasamento e accumulo delle ceneri, con conseguente scarso rendimento di tutto l'impianto.

Marlene Pellet di Sergio Leoni, ispirata alle stufe in maiolica dal gusto nordico.