Stufa a pellet canalizzata per riscaldare in modo pratico, economico ed ecologico

Stufa a pellet canalizzata come funziona

Le stufe che utilizzano il riscaldamento a pellet (combustibile ricavato da segatura e feci essiccate) presentano una serie di notevoli vantaggi, che vanno dal risparmio energetico, alla pulizia dell’ambiente fino al risparmio economico.

Il primo step è scegliere una stufa della giusta potenza termica per riscaldare l’ambiente desiderato (si calcoli che il limite massimo riscaldabile è di 100 metri quadri su un piano singolo) tenendo conto che essa può essere utilizzata sia come unico mezzo di riscaldamento che come sistema integrato ad altri. La canalizzazione avviene poi attraverso una serie di tubi centralizzati, che partendo dalla stufa portano il calore nei locali interessati facendo in modo che sia equamente distribuito.

Terry Plus è una new entry nella proposta di stufe a pellet canalizzate di La Nordica; disponibile nelle versioni rossa e bianca, ha camera di combustione stagna e serbatoio ermetico, il braciere è autopulente in ghisa con motore Brushless e tre motori centrifughi indipendenti termostabili (uno per la ventilazione frontale, due per la canalizzazione).

Stufa a pellet canalizzata come funziona


Stufa a pellet canalizzata slim

Stufa a pellet canalizzata slim Ci sono una serie di variabili che guidano la scelta di una stufa a pellet: le dimensioni dell’appartamento, la potenza desiderata dell’impianto di riscaldamento e la volontà di fare un investimento più o meno oneroso. Per chi fosse interessato a spendere poco, o avesse semplicemente bisogno di un apparecchio necessario a scaldare un’abitazione di piccole o medie dimensioni, una scelta sensata è quella di una stufa a pellet slim. Le stufe a pellet slim – come suggerisce il nome – sono più piccole di quelle tradizionali e grazie alle loro dimensioni ridotte possono essere installate facilmente in qualsiasi ambiente della casa senza turbare troppo l’impatto estetico d’insieme. Molti modelli slim sono sprovvisti di canalizzazione, ma ne esistono anche diversi che seguono questa modalità, come ad esempio Mood di Mcz.

Mood è una stufa a pellet canalizzabile con top in alluminio verniciato nero e fianchi in acciaio color Bronze, Silver e Black. La griglia di ventilazione presente normalmente nelle stufe a pellet è stata qui sostituita da un taglio unico perimetrale, estremamente discreto, posto al di sotto del top. Il risultato finale è un oggetto elegante e raffinato, in cui un nuovo focolare dalla linee addolcite rende la visione del fuoco ancora più suggestiva.


  • stufa a pellet Quando dobbiamo decidere come scegliere una stufa a pellet la prima cosa da fare è informarsi con accuratezza e considerare lo spazio e la stanza in cui la stessa sarà collocata.Questo...
  • stufa a pellet da arredamento A differenza di qualche anno fa adesso una stufa può essere benissimo in grado di sostituire la caldaia in casa facendo così risparmiare sul riscaldamento dell'appartamento, il tutto sta nello sceglie...
  • termostufe Le stufe che si collegano ai termosifoni a pellet o a legna sono chiamate “idrostufe” o “termostufe”. In pratica, mentre le stufe tradizionali scaldano soltanto l’aria, questi prodotti sono in grado d...
  • stufa marlene sergio leoni La rumorosità di una stufa a pellet dipende soprattutto dalla ventilazione. In media, il rumore emesso varia dai 45 ai 55 db, un valore che può corrispondere a grandi linee a quello di un ristorante t...


Stufa a pellet doppia canalizzazione

Stufa a pellet doppia canalizzazione Se le stufe a pellet slim sono senza dubbio la scelta adatta per chi fosse alla ricerca di un impianto per un abitazione dalla metratura ridotta e per il quale non sia necessaria una potenza sopra la media, quelle a doppia canalizzazione sono l’esatto opposto, risultando terreno d’acquisto ideale per riscaldare efficacemente con un solo apparecchio più locali, anche di grandi dimensioni.

Kikka è la stufa a pellet di Edilkamin ideale per chi ama il design rigoroso e le linee squadrate. Il modello Kikka si distingue per la sua versatilità, consentendo di installare l’uscita fumi in diverse posizioni (superiore, posteriore, laterale destra o laterale sinistra) in base alle proprie esigenze di riscaldamento della casa. Il focolare è in acciaio e ghisa, il display è situato sul top ed è possibile gestire una programmazione giornaliera e/o settimanale della stufa. Il frontale è in vetro serigrafato nero.


Stufa a pellet canalizzata per riscaldare in modo pratico, economico ed ecologico: Stufa a pellet canalizzata o no

Stufa a pellet canalizzata o no Ci sono una serie di pro e di contro che accompagnano l’installazione e l’utilizzo di una stufa a pellet canalizzata. Sul piatto della bilancia dei vantaggi troviamo sicuramente la possibilità da parte di questi apparecchi di essere dotati fino a un massimo di tre ventilatori indipendenti, capaci di distribuire l’aria calda in più ambienti tramite apposite canalizzazioni. Se la necessità è quella di riscaldare nel minor tempo possibile ambienti di grandi dimensioni, una stufa canalizzata diventa uno strumento insostituibile. In più, il calore può essere gestito in modo preciso e puntale attraverso

il collegamento di diversi termostati per ciascun ramo e funzionando per irraggiamento consentono di escludere del tutto la rumorosa funzione di ventilazione, garantendo un maggior comfort acustico. D’altro canto, va anche detto che la canalizzazione richiede una progettazione molto accurata, riducendo il più possibile le curve e preoccupandosi di poter contare su tubi ben coibentati e con interno liscio. Dalla parte dei contro, una sola grande incognita: le canalizzazioni richiedono lavori non da poco per l’installazione, coi tubi che saranno poi lasciati a vista o rivestiti con cartongesso.

La stufa a pellet P980 di Piazzetta è completamente rivestita in Maiolica, con sistema Multifuoco di serie e consente di ottenere un calore uniforme dal pavimento al soffitto, riscaldando anche altri ambienti della casa canalizzando il flusso d’aria calda. Il sistema Dual Power con regolazione separata dei ventilatori permette di gestire temperature ambiente dedicate. Infine, è possibile controllare l’apparecchio da remoto con sms o via wifi tramite app da smartphone e tablet.