Complementi di arredo scrittoi

Inchiostro e calamaio, lettere d'amore scritte in segreto, sudati studi e rilassanti letture, gli scrittoi rimandano ad epoche lontane, a tante storie domestiche vissute nella più totale riservatezza, riservatezza composta da una seduta e da un piccolo piano d'appoggio che al contempo permetteva anche di contenere gli usuali oggetti da cancelleria. Nel corso dei secoli lo scrittoio ha percorso stili ed usi, evoluzioni tecnologiche e tendenze, rimanendo, nonostante tutto, un sicuro e contenuto tavolo sul quale poter scrivere e leggere. La sua forma e il suo aspetto si differenziano dalla scrivania per le dimensioni più ridotte e per la presenza di elementi contenitori, che ospitano piccoli oggetti ed accessori per la scrittura ed il disegno e per l'esistenza, in molti casi, di uno schienale contenitivo che funge anche da superiore piano d'appoggio.

Uno scrittoio moderno o in stile classico può essere un bel complemento d'arredo per la casa contemporanea. La dimensione compatta, il piano d'appoggio e gli elementi contenitori risultano di grande aiuto nel completare l'allestimento di diversi ambienti domestici. In modo molto versatile gli scrittoi possono arredare sia il soggiorno, occupando un angolo o uno spazio rimasto vuoto difficilmente completabile con altri mobili contenitori, che lo spazio dedicato completamente all'home office. Sono poi molto utili anche in camera da letto, diventando un'alternativa alle piccole postazioni per il make up. Non da meno sanno arredare con gusto e funzionalità l'ingresso, fungendo da punto d'appoggio per la corrispondenza, le chiavi ed altri piccoli oggetti, nonché per gli inevitabili documenti amministrativi domestici. Se colorati ed ergonomici sono accessori perfetti per l'arredo della cameretta, rappresentando l'angolo studio e lo spazio dedicato ai compiti della scuola tanto "odiati" dai ragazzi. Le versioni in stile classico, quelle d'epoca, in arte povera oppure in stile più barocco, realizzate in modo assolutamente artigianale e provenienti da mercatini di modernariato o da negozi d'antiquariato, hanno un fascino indiscusso. Parlano di storia e nascondono chissà quali lontani segreti e piacciono anche a chi ha deciso di arredare la propria casa in stile assolutamente moderno. Infatti, i legni scuri, i dettagli minuziosi, le decorazioni ad intarsio, i piccoli cassetti impreziositi da graziose maniglie, rappresentano quegli elementi unici nello stile e in armonico ed originale contrasto con tutto il resto, all'interno di un ambiente moderno e minimale, segnato da essenzialità dei colori e delle forme.

Gli scrittoi design invece si fanno notare per forme rivisitate, materiali inediti, accessori nuovi, che rappresentano infinite varianti sul tema. Innata funzionalità, innovazione e la presenza di tanti elementi salvaspazio, sono però i punti saldi di questi piccoli tavoli domestici. Per ogni esigenza estetica e necessità spaziale esistono poi diversi modelli di scrivanie: versioni a parete o a terra, da accostare a muro ed altre free standing, scrittoi a ribalta e a scomparsa, varianti angolari e sospese, forme squadrate ma anche morbide ed arrotondate, per non parlare poi della presenza di altri materiali oltre al classico legno. Acciaio per la struttura filiforme ma anche per il piano d'appoggio, spesso impreziosito da un rivestimento in morbida e calda pelle, oppure top in vetro che evidenziano con la loro trasparenza le geometrie dei punti d'appoggio a terra. Non mancano versioni con piano in marmo abbinate a struttura in legno e alzatina con cassetti rivestiti in pelle.

Gli scrittoi moderni più particolari sono però quelli a parete. Compatti, richiudibili, essenziali, si presentano come volumi sospesi posizionabili a diverse altezze, regolabili in base alle necessità: a quota più alta se si necessità di un piano d'appoggio e di scrittura da utilizzare stando in piedi, o posti ad altezza tavolo se desideriamo più comodamente accostare allo scrittoio una sedia o un più semplice sgabello. Queste nuove creazioni d'arredo presentano spesso prese elettriche per i dispositivi digitali, illuminazione completamente integrata, piccoli vani contenitori e strategici piani a ribalta. L'arredamento della casa con questi speciali complementi va corredato sempre da una seduta. Scegliere un pouf piuttosto che uno sgabello è un modo molto libero e versatile che ci permette di spostare questo elemento all'interno dell'ambiente e di accostarlo alla scrivania solo al momento del bisogno. Optare invece per una comoda sedia imbottita e completata da braccioli o per una più ergonomica sedia da ufficio, rende la presenza

Articoli su : Complementi di arredo