Ecco tutti vantaggi delle porte filo muro

- 05 marzo 2020

Le caratteristiche delle porte filo muro

La porta rasomuro è detta così poiché l’anta è complanare alla parete. Per ottenere questo risultato molto particolare tali modelli hanno delle caratteristiche tecniche specifiche, vediamole insieme:

  • alle porte filomuro mancano stipiti, cornici e coprifili e risultano così “invisibili” sulla parete, senza elementi accessori e sporgenti. Assenti anche le cerniere a vista, che sono di tipologia a scomparsa;
  • si compongono di un particolare controtelaio che per essere installato necessita di specifici lavori di muratura;
  • possono essere anche a filo soffitto ed avere misure fuori standard;
  • si prestano a infinite espressioni decorative sia su pareti in cartongesso che in muratura;
  • sono completabili da battiscopa filomuro che non sporgono rispetto all’anta, per un total look minimale.

5 modi per personalizzare una porta filo muro

Se uno dei vantaggi della porta complanare è proprio la libertà nella scelta delle finiture, è giunto il momento di svelare in quanti modi è possibile personalizzare l’anta:

  • il sistema più utilizzato è quello di tinteggiarla dello stesso colore della parete o a contrasto. La porta verrà fornita grezza in cantiere e poi rifinita sul posto;
  • rivestirla con carta da parati. L’accoppiata filomuro e wallcovering è di certo vincente;
  • l’uso delle lastre in gres a basso spessore crea un effetto decorativo di alto design se abbinato a pareti ugualmente rivestite;
  • anta in vetro, anche specchiato o in diverse varianti di finitura quando è necessario migliorare la luminosità della stanza;
  • rivestimento in legno da coordinare a una moderna boiserie, per chi ama il calore naturale delle essenze lignee.

I 3 grandi vantaggi delle porte filo muro

Modello di grande tendenza, la porta filo muro viene scelta dai designer per 3 importanti vantaggi che migliorano l’estetica della casa, eccoli!

  • Si adatta a qualsiasi contesto. È perfetta per nascondere vani di servizio, donando “pulizia” a locali di piccola metratura, come pure è una splendida soluzione d’arredo in ambienti di ampie dimensioni, in cui è necessario dare continuità alla parete.
  • Può essere “vestita” in una ricca varietà di finiture, a tutto vantaggio della libertà creativa degli interior designer. Può essere infatti tinteggiata, rivestita con carta da parati, legno, gres, ecc.
  • Può scomparire mimetizzandosi visivamente sulla parete, ma anche apparire, ed essere messa in mostra se rifinita in contrasto rispetto al muro, in base al tipo di risultato estetico desiderato.

I tipi di apertura per questa tipologia di porte

Quali sono i metodi di apertura delle porte rasomuro? 3: a battente, scorrevole, a bilico.

  • L’apertura a battente può essere a spingere e a tirare ed è meno invasiva in termini di lavori edili rispetto a una soluzione scorrevole interno muro. Perfetta in tutti i contesti, il senso di apertura va scelto in fase progettuale in base alla funzionalità.
  • La scorrevole, a una o a due ante, è ideale quando il locale a cui dà accesso è di superficie ridotta, dato che l’ingombro all’interno della stanza è pari a zero. L’installazione richiede la demolizione di parte della muratura in quanto occorre far spazio al controtelaio.
  • Il sistema a bilico verticale con apertura bidirezionale ha un design sorprendente che prevede anche l’assenza della maniglia per ottenere il massimo dell’invisibilità. Viene utilizzata per limitare l’ingombro dell’anta quando la porta ha dimensioni extra larghe e altezze considerevoli.

Sfoglia i cataloghi: