Sedie plastica, un tocco di freschezza

Sedie in plastica

Leggere, spesso impilabili, molto fashion, colorate o trasparenti, ma anche bianche o “neutre”: cosa desiderare di più da una sedia? E in effetti le sedie plastica, progettate sempre più di frequente da noti designer, conferiscono un tono sbarazzino e glamorous al contempo agli ambienti. Sono le più amate dai giovanissimi o comunque, dagli spiriti giovanili e liberi. La plastica negli anni, grazie a noti brand che per primi l’hanno adottata, è stata sdoganata, tramutandosi in un materiale flessibile e apprezzato, percepito come ergonomico e confortevole.

Nell’immagine, sedia Fjord H. di Moroso, design Patricia Urquiola con base a slitta in acciaio inox e scocca in tecnopolimeri nel colore bianco. Fjord H. è una collezione di sedute, disponibili in differenti modelli, con scocca in materiale plastico composito formato da tecnopolimeri stratificati di densità variabile e base inox satinato o acciaio cromato. Disponibile nei colori bianco, rosso e nero e nella variante bicolore bianconero, lucido all’interno e opaco all’esterno.

sedie plastica

DIKETE® runner da tavola corridore della tabella Tovaglie di lusso tempestato di diamanti /sciarpa letto/ bandiera/ bandiera/ Gabe/ decorativo/ tavolo 13 x 72 pollici bianco crema

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,99€


Sedie di plastica

Sedie di plastica Le sedie plastica presentano vantaggi che pochi altri complementi possiedono: proprio per il materiale di cui sono composte, sono idonee sia per l’indoor, sia per l’outdoor, si puliscono con estrema facilità e si ammaccano difficilmente. Spesso architetti e designer le propongono accostate a complementi realizzati in materiali tradizionali, come i tavoli in legno o in acciaio. Se colorate, accendono gli ambienti conferendo loro una grintosa personalità.

Nell’immagine, la sedia Aria Easy di Tonin Casa in policarbonato bianco lucido con struttura in tubo tondo bianco semilucido. Aria Easy è una sedia impilabile con struttura in tubo tondo o quadro prevista in metallo laccato o cromato, scocca in policarbonato nei colori bianco lucido, nero lucido, trasparente o fumè trasparente. In foto viene proposta la versione trasparente.


  • sedie impilabili Le sedie impilabili sono un toccasana in tutte le occasioni in cui aumenta il numero abituale di commensali o ospiti in casa. Un tempo sedia d’emergenza utilizzata, per l’appunto, quando giungevano a...
  • Sedie per cucina In polipropilene, trasparenti o colorate, ma anche classiche in legno: le sedie per cucina, proprio perché ubicate in un ambiente soggetto a parecchie sollecitazioni, devono essere innanzitutto solide...
  • sedie vintage Possiamo definire sedie vintage ogni sorta di sedia o sgabello che a partire dai tempi odierni, va a ritroso di oltre vent’anni: quindi in base al periodo e al decennio o alla corrente artistica...
  •  sedie in polipropilene Scegliere le sedie per casa può sembrare semplice ma la scelta deve essere valutata con attenzione e ben oculata.Sono tante le tipologie sia in forme sia in materiali: scegliere sedie in poli...

hjh OFFICE 723010 duhome Royal, Tessuto, grigio scuro/grigio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 95,85€


Sedie plastica, un tocco di freschezza: Sedie policarbonato

Sedie policarbonato Spesso è il policarbonato il materiale per eccellenza delle sedie plastica: grazie a questo materiale è possibile proporre modelli di rimarchevole design, ma a prezzi più che abbordabili. E’ stata proprio Kartell una delle aziende pionieristiche in questo campo, contribuendo a trasformare la seduta in plastica in un’icona dell’arredamento. I suoi modelli, progettati da celebri designer del passato e del presente, sono da sempre degli autentici trend setter, amati da giovani e meno giovani.

Nell’immagine, la sedia Frilly, design Patricia Urquiola per Kartell, è realizzata interamente in policarbonato trasparente con effetto plissettato ed è disponibile nei colori fluo turchese e fucsia o trasparente. Prevista inoltre la versione bianco lucido coprente. Si tratta di un esempio di seduta che in un ambiente fa realmente la differenza!