Filtra i risultati

La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 24 giugno 2020

Il tagliaerba è uno strumento indispensabile per curare al meglio il proprio giardino. Scopri come sceglierlo e i vantaggi offerti dai robot rasaerba.

- 25 maggio 2020

Hai deciso di acquistare un tagliabordi per il tuo giardino? In questa guida trovi consigli utili e informazioni sui prodotti firmati GARDENA.

- 08 maggio 2020

Il rasaerba è indispensabile per la cura del giardino e i modelli a batteria sono sempre più richiesti. Ti presentiamo HandyMower, una novità Gardena.

- 03 luglio 2019

Il robot rasaerba Sileno life di GARDENA ci consentono di tagliare il prato del nostro giardino senza fatica.

- 27 marzo 2019

Mantenere in ordine il giardino con il decespugliatore: ma quale è il migliore in base alle esigenze? Tipologie, funzionamento, prezzi

- 06 gennaio 2014

Come scegliere tra i diversi tipi di tagliaerba in commercio? Un guida esaustiva per acquistare il modello più adatto alle proprie esigenze

- 26 giugno 2013

Il decespugliatore è un attrezzo molto utile e quasi indispensabile. Come scegliere quello più idoneo alle vostre esigenze? Ecco alcuni consigli

- 15 maggio 2013

I robot tagliaerba sistemano l'erba del giardino o del prato alla perfezione. Ma come scegliere il modello giusto? Qualche consiglio qui di seguito

Le tipologie di tagliaerba

Il tagliaerba è uno strumento indispensabile per chiunque possieda un giardino o comunque debba prendersi cura di uno spazio verde. Ne esistono diverse tipologie e la scelta va fatta considerando l’estensione della superficie, il tipo di terreno, la presenza o meno di ostacoli (per esempio aiuole e alberi), la pendenza, l’altezza desiderata dell’erba. Se il giardino non supera i 250 mq può andar bene un rasaerba manuale, che è economico ma richiede un certo impegno fisico, oppure uno a batteria; in quest’ultimo caso, si tenga presente che esistono sia i modelli da spingere e direzionare che i robot, i quali invece procedono da soli. La batteria dura una quarantina di minuti. In entrambi i casi, la larghezza di taglio consigliata è pari a 30-40 cm. Per un giardino di medie dimensioni è preferibile un tagliaerba elettrico con larghezza di taglio pari almeno a 50-60 cm e lama doppia o tripla. Gli apparecchi di questo genere sono silenziosi ed efficaci, nella maggior parte dei casi semoventi; è necessario, però, che ci sia una presa di corrente a portata di mano. I modelli con maggiore potenza si rivelano adatti anche ai giardini più grandi e un’ottima alternativa è rappresentata da quelli dotati di motore a scoppio, cioè di un motore a benzina a quattro tempi, che assicurano ottimi risultati anche per i terreni difficili da lavorare e hanno lame dal diametro ampio. Sono i tosaerba più potenti in assoluto, ma risultano anche più pesanti e inquinanti rispetto agli altri. Una sottocategoria è rappresentata dai trattorini, che permettono di operare stando seduti anziché in piedi e quindi offrono un maggior grado di comodità.

Le migliori marche

L’offerta in commercio relativa ai tagliaerba è ampia, di conseguenza sono numerose le marche che coincidono con un’ottima scelta. Eccone 10 che meritano un posto nella classifica delle migliori:

  • Bosch: propone rasaerba elettrici con potenza compresa fra i 1.200 e i 1.700 Watt e larghezza variabile dai 32 ai 41 cm. Nel catalogo troviamo anche rasaerba manuali a lame elicoidali.
  • Alpina: marchio 100% italiano, produce e commercializza tagliaerba con motore a scoppio e taglierba elettrici, a spinta oppure a trazione. Alcuni sono dotati anche della funzione di scarico posteriore.
  • Black+Decker: in questo caso, si sceglie fra rasaerba a batteria e modelli elettrici, quindi con filo. Nella maggior parte dei casi sono adatti a giardini piccoli e medi.
  • Gardena: produce principalmente tagliaerba elettrici, ma non mancano apparecchi a batteria. I manubri sono ergonomici e regolabili in altezza.
  • Murray: nel catalogo figurano rasaerba manuali, rasaerba alimentati a benzina e apparecchi con batteria agli ioni di litio , ma anche trattorini.
  • McCulloch: questo brand è specializzato nella produzione di tagliaerba a benzina, molti dei quali caratterizzati anche dalla funzione raccolta e pacciamatura. L’offerta è completata da diversi robot.
  • Honda: questo marchio realizza tagliaerba dalla fine degli anni Settanta; il catalogo è composto da modelli elettrici e modelli con alimentazione a benzina.
  • Al-Ko: L’offerta è completa, cioè composta da tagliaerba a benzina, tagliaerba elettrici, a batteria e modelli elicoidali. Disponibili anche trattorini.
  • Einhell: questo brand permette di scegliere tra tosaerba elettrici, manuali, a scoppio e a batteria (anche elicoidali). I cavalli di battaglia sono quelli a batteria.
    • Citiamo infine Vigor, marca molto apprezzata per il rapporto qualità-prezzo dei suoi tagliaerba. Tipologie disponibili: tagliaerba elettrici, manuali elicoidali, a scoppio.

Quanto costa un tagliaerba

Impossibile dare indicazioni precise sui prezzi dei tagliaerba, perché ad ogni tipologia sono riconducibili centinaia di modelli differenti e tanti risultano i fattori che contribuiscono a determinare la cifra finale. Di contro, si possono fornire numeri orientativi. Per un tagliaerba manuale possono bastare anche 50 euro, mentre la spesa necessaria per acquistarne uno a batteria è mediamente pari a un centinaio di euro. Per i più economici fra gli apparecchi elettrici si spendono fra i 100 e i 150 euro, però i modelli più potenti e performanti possono anche raggiungere quota 400-450 euro. I più potenti sul mercato, ovvero i rasaerba a scoppio, costano come minimo 600-700 euro e i migliori modelli arrivano a costare anche 1.500 euro. Quest’ultima è, allo stesso tempo, la cifra minima da mettere in conto per un trattorino di qualità, mentre la massima è pari all’incirca a 2.500 euro.