Librerie in legno, classiche con brio

Libreria in legno

L'idea affascinante, che uno scaffale dei libri possa durare decenni e “passare di mano”, amplifica l'attrattiva delle librerie in legno: in qualche modo – quasi per osmosi – sembrano acquisire le proprietà degli alberi da cui proviene il materiale che le costituisce. Selecta di Lema non è "una" libreria, ma un metodo pensato per creare scaffalature dall'outfit personalizzato. A giorno, con ante trasparenti o pannelli opachi: la struttura in legno si veste di sobria creatività, immergendosi nell'estetica contemporanea grazie alle numerose ed originali finiture disponibili (argille, laccati lucidi e opachi, legno, metalli, vetri). Il solido modulo di base, derivato dal sistema a spalla portante sviluppato da Lema alla fine degli anni '70, si espande e si ritrae conformandosi alle caratteristiche degli ambienti in cui dovrà essere collocato. Le librerie realizzate con Selecta calzano a pennello a ogni genere di parete e assecondano le inclinazioni più diverse di solai e sottotetti. Le altezze, sfruttando la maglia scatolare, con sezione quadrata o rettangolare, possono variare da circa 38 cm fino a quasi 3 metri. Analogamente, il ritmo delle colonne di scaffali, a parità di spessore (2,8 cm) degli elementi portanti, contempla ampiezze di 27 / 42 /56,9 /86,8 cm. Nella composizione della libreria i progettisti hanno a disposizione tre misure di profondità - da utilizzare anche in sequenza: 44,2 / 34,6 / 21,8 cm.

In foto: sistema Selecta © Lema

Sistema Selecta  ©  Lema


Libreria in legno massello

Libreria Cubus © Team 7  Un modello come Cubus di Team 7, impreziosita dai ripiani in legno massello e rinforzata verticalmente da pannelli a triplo strato, mostra nel tempo segni che derivano dalla vitalità della materia prima: i nodi e le altre caratteristiche della tessitura dei tronchi subiscono trasformazioni (come nel noce selvatico), mentre il colore iniziale, per effetto dei raggi del sole, tende a schiarirsi (noce) o ad assumere una sfumatura lievemente più scura (ciliegio, rovere, acero, faggio, ontano). La trama a giorno della configurazione più classica delle librerie di legno basate su Cubus si anima di contrasti fra pieni e vuoti con l'inserimento di ante (battenti, scorrevoli o a ribalta) in vetro, realizzabili in dieci diversi colori (in versione lucida od opaca): bronzo, bianco, sabbia, selce, marrone, fango, marrone scuro, taupe, antracite, nero. La scelta del legno massello rende resistente la libreria e ne facilita la manutenzione, che richiede l'uso di semplici prodotti a base di sostanze naturali.

In foto: libreria Cubus © Team 7

  • Librerie bifacciali Nelle case di oggi, dove la zona giorno non è quasi mai scandita, come una volta, da ambienti destinati a funzioni specifiche, ma piuttosto costituita da un unico locale in cui convivono attività diff...
  • Librerie componibili moderne Non solo libri, ma anche riviste, oggetti e soprammobili. Per riporre tutto ciò che si desidera in maniera funzionale ed ordinata e per arredare il soggiorno o qualsiasi altro ambiente della casa, ogg...
  • Alivar mobili Alivar ha saputo introdurre nel mondo del design contemporaneo innovativi materiali, trasformandoli in prestigiosi elementi d’arredo: il Cemento Ductal® applicato alla nuovissima libreria Shanghai e l...
  • Mobile libreria Nell’area living delle nostre case, accanto agli imbottiti che definiscono l’area conversazione e al tavolo con le sedie abbinate, che delimita la zona pranzo, solitamente trova spazio anche un mobile...


Librerie in legno componibili

Sistema 505 © Molteni & C Le esigenze cambiano e di conseguenza muta la fisionomia delle librerie in legno che arredano i nostri soggiorni, le camere da letto o gli studi. La flessibilità si colloca tra le caratteristiche più importanti di un mobile a scaffali, considerando che ha la funzione di contenere una quantità destinata ad aumentare di oggetti sempre diversi. Di qui il successo della libreria componibile presso tutti gli appassionati collezionisti di libri, cofanetti video, opere d'arte e memorabilia: una serie di elementi modulari, espandibili e integrabili con divisori, chiusure e accessori vari, semplifica la vita, nel momento in cui lo spazio che c'era non basta più. Il sistema componibile a spalla portante 505 di Molteni nasce dalla declinazione di una struttura (spalle, piani e schienali) di pannelli in particelle di legno, trattati con una delle quattro opzioni di rivestimento disponibili: tranciato di legno Eucalipto, Rovere, nobilitazione melaminica, verniciatura. Collegando gli elementi principali, contraddistinti dallo spessore di 2,8 cm, si possono montare scaffalature di altezza compresa tra i 39,7 cm e i 2,96 metri. Per la dimensione orizzontale dei singoli moduli (larghezza scaffale + 2,8 cm di spalla) sono previste sette varianti: 31,5 / 47,3 / 63 /94,5 / 126 /141,7 / 189 cm. Tre le profondità: 30,4 / 40 /54 cm. Le librerie 505 sono corredate da un vasto repertorio di ante (battenti, scorrevoli, a ribalta, saliscendi, con meccanismo apri / chiudi), costruite con pannelli di particelle di legno o di fibra a media densità, in base allo spessore richiesto. Sia per le ante che per i ripiani interni esiste anche la variante in vetro. Il sistema è completato da cassetti interni ed esterni, vani per dispositivi multimediali e piani da lavoro.

In foto: libreria componibile / sistema 505 © Molteni & C


Librerie in legno, classiche con brio: Mobile libreria legno

Sangirolamo Bookcase © Poltrona Frau Le librerie di legno spesso hanno la dimensione privata di un mobile-scrigno, in cui concentrare le raccolte più preziose: è il caso della Sangirolamo Bookcase di Poltrona Frau, che – oltre a evocare il celeberrimo Studiolo dipinto da Antonello da Messina – racchiude in unico elemento la scaffalatura e il ripiano, prodotto in quattro misure diverse e concepito come scrivania (anche nelle varianti ovale e quadrata). L'involucro principale trae consistenza dallo spessore rinforzato del legno multistrato, che disegna semplici e rigorose geometrie. Alle sfumature calde della finitura in noce canaletto fa da contrappunto la ghisa delle gambe sagomate, su cui poggia il mobile libreria.

In foto: Sangirolamo Bookcase © Poltrona Frau