Arredamento.it

Arredamento.it

Cucina bianca luminosa ed elegante

- 15 maggio 2018

Cucina bianca moderna

Luminosa, elegante, bianca: la cucina moderna esalta le sue forme e i suoi volumi con i toni candidi che valorizzano le linee pulite e rigorose del mood contemporaneo. E non c’è il rischio di cadere in un’atmosfera fredda, impersonale, monotona, poiché scegliere il white in cucina significa decidere tra le sue tante sfumature, dal ghiaccio all’avorio, dal perla al panna, virando pure verso crema o grigio. In qualsiasi declinazione il bianco non risulta invadente e si sposa bene con qualsiasi tonalità di pavimenti, pareti, accessori, permettendo accostamenti chic. Insomma, non “stanca” mai, e regala leggerezza e carattere all’ambiente, aumentando le possibilità di personalizzazione grazie a finiture opache o lucide. Fascino senza tempo per la sobria estetica di Elektra firmata ErnestoMeda che punta a superfici in laccato lucido ghiaccio con i pensili dall’apertura a vasistas per le parti superiori e a ribalta per quelle inferiori.

Cucina bianca opaca

Una cucina improntata al bianco riesce a creare un piccolo “miracolo” di arredo soprattutto se gli spazi a disposizione sono limitati, poiché è il colore che ne modifica la percezione dando l’impressione di aumentarlo. Un risultato che si può ottenere con elementi modulari in grado di vestire alla perfezione, su misura, pareti e angoli. La finitura candida contribuisce a dare l’idea di un ambiente più grande e arioso anche ricorrendo alla tinta delle piastrelle, sempre candide, ma piccole e lucide, per riflettere meglio la luce. La stanza risulta movimentata inoltre dal gioco geometrico dei mobili, selezionati in diverse dimensioni in altezza e larghezza, il che rende facile il posizionamento sfalsato su diversi livelli. Colony di Scavolini tra le sue configurazioni ha le ante laccate opache senza stondature od orpelli, in pieno contemporary look, con dettagli in legno naturale che strizzano l’occhio alla tradizione.

Cucina bianca e legno

Il bianco in cucina è assolutamente perfetto per il carattere minimal delle tendenze moderne e la sua evidente suggestione di purezza è molto importante in un luogo dall’intensa vita domestica. In proposito, un piccolo svantaggio (risolvibile) è quello di tenere sempre pulite le superfici chiaramente molto soggette allo sporco. Per stancarsi di meno, un consiglio può essere quello di dotarsi di colonne armadio alte fino al soffitto, utili per contenere di tutto (il che non guasta), senza che lo sguardo ne soffra, poiché il bianco contrasta le “pesantezze” d’arredo. Altro suggerimento: spezzare i mobili con vani chiusi e a vista, approntare illuminazione mirata nei punti strategici, sul piano di lavoro, i fornelli, il tavolo, creare contrasti cromatici con materiali diversi, come il legno anche scuro per un incontro che esalta il candore e sbanalizza l’insieme. All’insegna della matericità la cucina Lain del Gruppo Euromobil, con gli elementi in ecolaccato perla, tavolo integrato alla penisola termostrutturato in lignum dark, come la boiserie e le mensole.

Cucina moderna bianca lineare

Le forme ben definite in una cucina moderna bianca sono ideali per composizioni da addossare a tutta una parete, con un doppio beneficio: avere a portata di mano il necessario per lavorare e più spazio nel resto della stanza, magari aprendosi al living. Per dilatare gli sguardi può essere utile usare altre tinte neutre come il grigio da spalmare alle pareti tra i pensili, selezionando anche nuance più chiare per il pavimento (robusto e attuale nelle tante finiture naturali offerte dal gres porcellanato). E per ammorbidire questi colori-non colori, via libera a pensili ed accessori in tonalità accese e vivaci per rallegrare senza che si scalfisca l’eleganza complessiva. Come fa Selma di Creo Kitchens, acciaio per l’high tech e ante a telaio laccate e luminose da 22 mm con mobili a vista rossi da piazzare qua e là con brio.

La cucina bianca con il top grigio

Alla cucina il bianco sta davvero bene con ogni colore ma pensarla con il top in grigio, o qualche dettaglio di questo tono qua e là, le conferisce un aspetto deliziosamente raffinato.
Il grigio, come il white proponibile in diverse sfumature, più o meno scure:

  • riesce ad adattarsi ai diversi stili della cucina e ai più vari materiali;
  • esalta il senso di essenzialità tipico soprattutto delle cucine moderne, dove tutto è misurato;
  • valorizza il candore senza renderlo banale;
  • contribuisce ad amplificare anche cucine piccole se scelto in tonalità chiara;
  • regala carattere se preferito in un tono intenso, definendo l’ambiente.

Nella composizione Kali di Arrex Le Cucine tutto gira attorno a varie nuance delicate con il bianco ghiaccio al centro, contornato da grigio perla e orione, cioè un tono leggermente più carico, soprattutto nell’area di lavoro.