Porta scrigno

Porte scorrevoli

La porta scrigno o porta scorrevole a scomparsa è caratterizzata dal fatto che, una volta aperta, scompare completamente, entrando all'interno della parete che ospita il telaio che le fa scorrere e le mantiene. Tale sistema prevede alcune opere di muratura per predisporre il muro e montare il controtelaio.

L’effetto estetico, tuttavia, è davvero sorprendente, con una serie di vantaggi: le porte a scrigno sono silenziose, belle da vedere e sono ideali per chi ha bisogno di sfruttare gli spazi, ottimizzandoli.

L'ultima novità è data dalla possibilità di installare porte scorrevoli che vadano a filo muro, in modo da risultare perfettamente complanari alla parete. Una volta chiuse queste porte scorrevoli risultano invisibili, perché sono a filo muro. E' possibile quindi dipingerle proprio come la parete: l'effetto è davvero sorprendente poiché si mimetizzano e scompaiono.

Bertolotto Porte, ad esempio, offre la possibilità di personalizzare le porte scorrevoli, trasformandole in arredi unici.

In foto, porta scorrevole interno muro Walldoor Bertolotto Porte

Walldoor Bertolotto Porte


Porta scorrevole esterna

Graphis Plus Rimadesio Non solo porta scrigno, ma anche porte scorrevoli esterne: nelle case sono piuttosto diffuse. Questo tipo di porte sfruttano appieno la superficie della parete poiché scorrono lateralmente. Necessitano dunque di maggior spazio sulla parete, ma in compenso ne regalano molto all'ambiente domestico. Sono ideali anche per separare ambienti e creare angoli suggestivi, all'interno delle abitazioni. Grazie ai nuovi modelli, curati nel design e nelle finiture e con prestazioni tecniche avanzate, rappresentano una scelta che unisce esigenze funzionali ed estetiche.

Nel caso di porte di notevoli dimensioni il tipo di chiusura più utilizzata è in genere quella esterno muro: la porta aperta scorre lungo la parete, che pertanto deve essere lasciata libera. Per le dimensioni standard non sono necessari particolari lavori di muratura. Per i modelli a tutta altezza, una soluzione è quella di aggiungere un sostegno al soffitto o in alternativa un binario a terra.

In foto, porte scorrevoli GraphisPlus design Giuseppe Bavuso per Rimadesio


  • Porta Scrigno prezzi Scrigno è un'azienda leader del settore realizzazione e distribuzione di controtelai per porte a scomparsa. La gamma presenta anche porte scorrevoli e a battente, oltre a vari tipi di accessori che pe...
  • bonus ristrutturazioni L’aggiornamento della Guida fiscale alle agevolazioni per le ristrutturazioni edilizie. A partire da giugno 2012, grazie al Decreto Crescita n° 83/2012 emanato dal Governo, intervenire con lavori di r...
  • Porte scorrevoli in vetro trasparente Le porte per interni scorrevoli sono un'alternativa perfetta per ottimizzare lo spazio e separare due ambienti. Si prestano ad essere collocate in ogni tipo di ambiente casalingo perché si adattano a ...
  • porta in legno Le porte in legno sono tra i serramenti per interni più utilizzati: il legno è un materiale con spiccate doti di isolamento termico e acustico, ha un aspetto elegante e caldo allo stesso tempo che gra...


Controtelaio porta a scrigno

Rever Trep Per montare una porta scrigno, indispensabile è il controtelaio. Si tratta di un’operazione che va fatta eseguire da professionisti.

La posa in opera del controtelaio per montare una porta scorrevole a scomparsa necessita di notevoli opere murarie. Bisogna infatti, creare nella parete un vano pari al doppio dell’anta, ossia della luce di passaggio. Il cassonetto una volta intonacato per la parte che occupa, rimpiazza la parete. Lo spessore finale totale deve essere uguale a quello della rimanente parete. Il mercato propone controtelai di vario spessore per soddisfare alle diverse esigenze.

E’ chiaro che se diminuisce lo spessore complessivo del controtelaio, diminuisce necessariamente lo spazio utile del cassonetto, al quale bisogna adeguare lo spessore della porta, tenuto conto della necessaria tolleranza, per un libero scorrimento delle ante. Il controtelaio può prevedere un solo o due cassonetti contrapposti, a secondo che la porta sia ad una sola anta o ad anta doppia. La parte di parete che sovrasta la porta non può poggiare direttamente sul controtelaio, bensì sull’ architrave, elemento portante da sistemare sopra il vano. Il controtelaio non è concepito come elemento portante. Bisogna fare attenzione a questo particolare in quanto, purtroppo, non mancano operatori poco seri che fissano il controtelaio nel apposito vano, senza che sia stata prevista l’indispensabile architrave.

Nell'immagine, la porta Rever di Trep, scorrevole interno muro è una presenza discreta ma distintiva, efficiente ed elegante al tempo stesso


Porta scrigno: Porte finestre scorrevoli

NC-S 120 STH Metra Le porte finestre scorrevoli, soprattutto se di maxi dimensioni, valorizzano la casa, dividono le stanze se non si affacciano sull’outdoor e possono sostituire la pareti interne. I modelli di ampie dimensioni in vetro vengono profilati in metallo. Il vetro deve essere temperato o stratificato, soprattutto nelle misure più grandi. Le porte e le finestre scorrevoli, specie se in alluminio inondano le abitazioni di luce e di design. Con le porte finestre scorrevoli ci si sente al centro di un ecosistema ideale, in pieno contatto con l’ambiente esterno, con la natura, con la città. Gli infissi sono sempre più apprezzati in alluminio per questo genere di serramento.

Quelli di Metra, ad esempio, si distinguono anche per la meccanica di apertura/chiusura e per la facilità di scorrimento. Le porte e le finestre scorrevoli Metra contengono la predisposizione per l’antifurto e consentono la possibilità di integrazione con i sistemi domotici.

In foto: porta finestra a taglio termico scorrevole in alluminio NC-S 120 STH di Metra