Filtra i risultati

La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 28 agosto 2019

I divanetti da esterno sono la soluzione giusta per creare un angolo di relax in giardino o sul balcone. Ecco alcuni consigli se dovete acquistarne un

- 11 giugno 2018

Le tendenze dell’arredo outdoor 2018, i consigli dell’esperto per arredare il terrazzo ed il balconcino, un progetto a budget limitato tutto da ...

- 12 maggio 2018

Divanetti da esterno: i vantaggi di questa scelta, le tendenze del settore, alcuni fra i modelli più interessanti proposti per il 2018.

- 03 maggio 2018

Set da esterno: i trend del momento, le combinazioni possibili, i consigli per fare la scelta giusta.

- 20 febbraio 2018

Maison du Monde arredo giardino 2018: tavoli, tavolino, divani, poltrone, lettini e tutto ciò che occorre per allestire al meglio il proprio spazio ...

- 06 febbraio 2018

Arredamento giardino 2018: consigli per l'acquisto di tavoli, sedie, divani, lettini e tutto ciò che serve per allestire al meglio lo spazio outdoor.

- 26 gennaio 2015

La continuità tra indoor e outdoor è un elemento importante nell'arredamento da giardino, come pure molti altri fattori

- 11 maggio 2006

Gli arredi della primavera ovviamente, sono quelli outdoor. Qui di seguito vi aiutiamo a scegliere quelli più appropriati per il vostro giardino

Come allestire un salotto in giardino

Come allestire un salotto in giardino Un vero e proprio salotto immerso nel verde, nel quale godere dei raggi solari e della rigenerante ombra creata da alberi e piante; uno spazio relax all’aria aperta in cui trascorrere ore liete, in beata solitudine oppure in compagnia: ebbene sì, questo è senza dubbio uno dei piaceri della vita. Ma come allestire al meglio un salotto in giardino, in modo che risulti in egual misura esteticamente accattivante, comodo e funzionale? Il progetto deve partire da un’attenta valutazione dello spazio disponibile e dall’individuazione della zona più adatta, che deve risultare soleggiata e al contempo ombreggiata e ventilata al punto giusto. Per quanto riguarda gli arredi, buona norma è che formino una continuità stilistica con quelli scelti per gli interni domestici e che siano anche degli stessi colori. Gli elementi irrinunciabili, ovviamente, sono divani e poltrone e a questo proposito si suggerisce di optare per i set proposti dalle aziende produttrici, che eliminano il problema di creare abbinamenti e accostamenti azzeccati. Non può mancare un tavolino basso e, se desiderate qualcosa di più, idee vincenti coincidono con un pouf e una cassapanca da esterno nella quale riporre cuscini e altri oggetti che devono essere a portata di mano. Un salotto da giardino davvero completo prevede anche una copertura che permetta di utilizzarlo anche quando piove o il sole picchia forte e che renda l’atmosfera ancora più raccolta e accogliente. Le soluzioni? Una tettoia in legno, una veranda, una serra bioclimatica, un gazebo: ce n’è per tutti i gusti e tutte le tasche.

Quanto costano i divani da giardino

I materiali, il design, il marchio, le dimensioni, la struttura, il numero di posti: sono questi i fattori che incidono sul prezzo dei divani da giardino. Facciamo qualche esempio. Per un divano da esterno in teak a 3 posti si possono spendere anche 1.000 circa, per un modello con struttura in metallo la cifra richiesta si aggira intorno ai 600-700 euro. In generale, i divani da giardino in legno sono i più costosi e quelli in resina sono i più economici: in quest’ultimo caso, infatti, possono bastare anche 300-400 euro. Il dato positivo è che il mercato assicura una proposta variegata e ricca qualunque sia il budget disponibile. Ci sono anche divani da esterno il cui costa non supera i 200 euro e divani che toccano quota 1.500-2.000 euro, ma si tratta davvero di prodotti di fascia alta, realizzati dai marchi più prestigiosi, sinonimo di un’estetica ricercata e di una qualità che arriva alla perfezione.

Quali materiali per i divani da esterno

E' fondamentale che i materiali utilizzati per i mobili da outdoor garantiscano la massima resistenza e tollerino perfettamente l’azione degli agenti atmosferici, senza cioè essere danneggiati dai raggi ultraviolette e dalle intemperie. Per quanto riguarda le strutture dei divani da giardino, i materiali più adatti e diffusi sono:

  • Il teak: è il tipo di legno più pregiato in riferimento agli arredi giardino, in virtù della sua robustezza, durevolezza e bellezza. Non si deforma negli anni, difficilmente si macchia o si graffia, non teme le infiltrazioni di acqua e non viene attaccato dalle muffe.
  • Il legno Balau: ottima alternativa al teak, ha un prezzo inferiore ed è parecchio solido ma al contempo “tenero”, di conseguenza può essere facilmente lavorato nei modi più svariati. Presenta inoltre sfumature cromatiche calde e raffinate.
  • Il legno di acacia: anch’esso assai resistente, dura nel tempo ed è parecchio flessibile. Resiste agli urti e non viene rovinato dall’umidità.
  • Il rattan sintetico: ha un aspetto molto simile a quello del rattan naturale ma è una fibra sintetica, messa a punto proprio per realizzare divani da giardino e altri arredi da esterno robusti e comodi.
  • Il metallo: l’alluminio, l’acciaio, il ferro garantiscono una perfetta tolleranza anche alle condizioni atmosferiche più difficili e sono una garanzia di eleganza.
  • La resina: costa poco, è resistente e richiede una manutenzione ridotta ai minimi termini.
Per quanto concerne invece i rivestimenti, la principale e necessaria caratteristica è l’impermeabilità. Importante inoltre è che non si scoloriscano a causa dei raggi del sole, non siano attaccabili dalle muffe e non si macchino facilmente. Oggi si usano soprattutto i cosiddetti tessuti tecnici, realizzati con fibre acriliche (per esempio nylon e poliestere) tinte in massa e trattate in modo da garantire i risultati di cui sopra.