Arredamento.it

Arredamento.it

Cappa Cucina a Scomparsa

Cappa Cucina

Cappa Cucina a Scomparsa

Cappa Cucina

- 15 maggio 2019

Impossibile una cucina senza la sua cappa: quali sono i tipi più comuni? Come capire la potenza di aspirazione che ci vuole?

- 09 maggio 2019

Con la nostra rapida guida alla scelta della cappa, potrai scoprire i vantaggi delle cappe a soffitto Falmec e conoscerne modelli e performance.

- 20 maggio 2018

I piani cottura con cappa integrata rivoluzionano l’esperienza dell’ambiente cucina, grazie a un’efficienza di aspirazione di fumi e odori senza ...

- 04 agosto 2016

Migliorare la qualità dell’aria che si respira, anche in ambiente domestico, è fondamentale per la salute. Ecco una panoramica sui modelli di cappa ...

- 21 agosto 2017

La cappa a scomparsa è la scelta ideale per le cucine contemporanee dallo stile pulito e minilae. Ed è perfetta anche in caso di locali di piccole ...

- 25 giugno 2014

La cappa aspirante è un elettrodomestico che permette l'eliminazione in cucina di fumi, vapori e odori della cottura garantendo un ambiente sano.

- 25 dicembre 2016

Le cappe per cucine sono di fondamentale importanza per aspirare fumi e odori durante la cottura dei cibi.

- 20 dicembre 2013

Non è semplice preferire una cappa all’altra, quindi effettuare una prima scelta dal punto di vista estetico ci può aiutare a limitare il panorama

- 10 dicembre 2013

La cappa in cucina è un elettrodomestico non solo indispensabile ma anche un valido complemento d’arredo che sempre di più completa gli spazi

- 18 settembre 2011

Dalla filosofia "Less is more" nasce in casa Faber, l’azienda di Fabriano che nel 1955 ha dato vita al distretto della cappa.

Cappe a scomparsa, performanti non ingombrano. I punti di forza:

La cappa è fondamentale per mantenere un’aria sempre pulita in cucina, cioè per eliminare in modo tempestivo ed efficace i fumi derivanti dalla cottura dei cibi e i cattivi odori che inevitabilmente si formano in un ambiente del genere. Il settore delle cappe cucine si è molto evoluto sotto ogni punto di vista: forme, prestazioni, optional, tipologie d’installazione. Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, oggi si può scegliere fra cappe a parete, cappe a isola, cappe ad angolo, cappe a incasso, cappe a soffitto e cappe a scomparsa. Le cappe cucina a scomparsa, definite anche cappe telescopiche o cappe estraibili, rappresentano l’opzione più innovativa per quanto concerne sia l’estetica che la funzionalità: come si deduce subito dal nome, appaiono quando occorre e scompaiono quando si finisce di cucinare e ciò avviene grazie a un meccanismo di sollevamento automatizzato. Sono la massima espressione della discrezione e dell’essenzialità, una perfetta soluzione salvaspazio.

Come funzionano le cappe a scomparsa telescopiche

Le cappe aspiranti telescopiche vengono installate nella parte sottostante del pensile cucina corrispondente al piano cottura; sono compatte e scompaiono quasi completamente, nel senso che resta sempre visibile soltanto la parte piatta e orizzontale, mentre il motore e tutti gli altri elementi strutturali restano nascosti. Quando arriva il momento di cucinare, si estrae la cappa premendo l’apposito pulsante (i modelli più evoluti sono dotati di un sistema di controllo elettronico touch con funzionamento automatico) affinché aspiri fumi e odori; quando si termina, la cappa sparisce di nuovo quasi totalmente. Le cappe telescopiche a scomparsa sono disponibili con larghezza pari a 60 cm oppure 90 cm. Ormai tutte permettono di scegliere fra differenti livelli di potenza-velocità, generalmente tre, e alcune dispongono pure di una modalità intensiva. Le migliori cappe integrate telescopiche risultano inoltre dotate di luci LED nonché estremamente silenziose.

Cosa sono le cappe downdraft

Esistono anche le cappe telescopiche da piano, ovvero le cappe downdraft. Vengono installate nella parte posteriore del piano cottura e all’occorrenza si sollevano e attivano per purificare l’aria della cucina; il meccanismo, come nel caso delle cappe telescopiche integrate nei pensili, si aziona tramite un pulsante o un pannello touch. In tutti i casi, i comandi sono posizionati sul bordo superiore, che naturalmente rimane sempre visibile. L’unità di aspirazione e il bocchettone per l’uscita dell’aria sono invece incassati. Quando non serve più, lo schermo deviafumane sparisce di nuovo nel piano di lavoro. In quasi tutti i casi, la luce del piano cottura si accende e si spegne con la fuoriuscita e il reinserimento dello schermo deviafumane (ma l’intensità dell’illuminazione può anche essere modificata). La potenza di aspirazione varia da 1 a 3 e alcune cappe downdraft danno pure la possibilità di selezionare la funzione Booster, indicata nelle occasioni in cui le esalazioni si fanno piuttosto intense.