Filtra i risultati

La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 29 giugno 2019

Weber è fra i migliori produttori al mondo di barbecue: esplora insieme a noi il catalogo e trova la proposta perfetta per il tuo outdoor!

- 15 aprile 2019

Con l’arrivo della bella stagione, torna la voglia di fare grigliate all’aperto. I barbecue a gas sono una scelta sempre più diffusa: ecco perché.

- 24 maggio 2018

Barbecue di tutti i tipi, non solo a legna, a gas, elettrici, portatili, adatti all’outdoor e all’indoor, ma anche modelli particolari, ...

- 06 settembre 2016

Il barbecue a gas, in versione trasportabile o attrezzato come una vera e propria cucina all’aperto, è particolarmente adatto per un uso frequente e ...

- 14 giugno 2016

Il barbecue a gas è facile, sicuro e veloce da utilizzare, non sprigiona fumi, permette di cucinare in modo sano ed è acquistabile a prezzi ...

- 10 aprile 2016

Il barbecue gas fa parte a pieno titolo dell'arredo giardino: perché consente di organizzare pranzi e cene all'aperto e ha anche un'immagine ...

- 19 giugno 2014

Griglia a gas e barbecue a gas per ogni occasione e per ottime grigliate nel vostro giardino

- 16 giugno 2014

Bbq a gas: ecco come funzionano i barbecue a gas, come valutarne la scelta per il proprio giardino

- 01 aprile 2010

Dedicata a tutti gli appassionati , Sunday, con le sue nuove linee outdoor cambia il modo di pensare il barbecue

- 25 giugno 2008

Cucinare all’aria aperta è un diritto, un dovere della bella stagione. Ecco tutti i modelli barbecue da giardino tra cui scegliere!

I vantaggi di un barbecue a gas

Scegliere un barbecue a gas anziché un più tradizionale barbecue a legna o a carbonella comporta una serie di vantaggi concreti. Innanzi tutto, la quantità di fumo emanato è nettamente inferiore e questa prima caratteristica lo rende perfetto anche per gli spazi ridotti. In secondo luogo, le operazioni di pulizia risultano molto rapide perché lo sporco prodotto è davvero minimo.

E ancora, utilizzare un barbecue a gas è semplicissimo: basta collegarlo a una bambola e metterlo in funzione. Di conseguenza è possibile collocarlo, di volta in volta, dove fa più comodo. C’è chi sceglie di attaccarlo al rubinetto centrale del gas metano, ma in questo caso il barbecue deve ovviamente restare fisso nel posto prescelto. Cucinare con la griglia a gas, inoltre, significa usufruire di una grande comodità; per molti versi, è proprio come usare i fornelli di casa.

Molti credono che i cibi cotti sulla brace siano più saporiti, ma si tratta di un luogo comune; non c’è questa grande differenza, e comunque i migliori barbecue a gas sono dotati delle cosiddette barre aromatizzanti che vengono collocate sui bruciatori e, una volta diventate bollenti, tramutano in vapore i liquidi di cottura (proprio come accade con la brace) e aromatizzano gli alimenti in cottura.

Le migliori marche di barbecue a gas

Quando arriva il momento di acquistare un barbecue a gas, è inevitabile chiedersi su quale marca puntare. Le migliori, senza dubbio, sono:

La statunitense Weber. La francese Campingaz. La statunitense Char Broil. La statunitense Broil King. La statunitense Napoleon. La svizzera Outdoorchef. L’italiana Dolcevita Barbecue. La statunitense Bull. L’australiana Beefeater. L’italiana Airone.

In ascesa, nel settore dei barbecue a gas, è pure l’azienda italiana Sochef. Quali sono i fattori che fanno la differenza nella scelta di un bbq di questo tipo? La qualità delle griglie, la struttura del carrello, l’ampiezza della superficie di cottura; la presenza di un sistema di raccolta del grasso, di un fornello laterale e di una piastra. Ma anche il numero dei bruciatori, l’eventuale disponibilità di uno scaldavivande, l’efficienza del coperchio. Quanto costa un barbecue a gas Il prezzo di un barbecue a gas dipende non soltanto dalle dimensioni ma anche da altri fattori quali il numero dei bruciatori, la potenza, il peso. Naturalmente, inoltre, più il barbecue è accessoriato, più costa. Un modello dotato – vogliamo fare un esempio - di fornello laterale, piastra, girarrosto, 2 piani di lavoro, termometro integrato, ganci portautensili, coperchio, 2 griglie può arrivare a costare anche 700-800 euro.

Per un modello basic ne possono invece bastare anche 100, ma il consiglio è quello di non scendere sotto i 150 euro per evitare spiacevoli sorprese. In linea di massima, possiamo affermare che i barbecue a gas collocati nella fascia di prezzo 250-400 euro sono sicuramente efficienti, funzionali e affidabili. E chi è molto esigente, d’altra parte, non faticherà a trovare proposte interessanti.

Un capitolo a parte rappresentano i barbecue a gas portatili: generalmente con 80-90 euro si ha la possibilità di comprare un modello soddisfacente. I più costosi, comunque, non superano la soglia dei 300-350 euro.

Quanto costa un barbecue a gas

Il prezzo di un barbecue a gas dipende non soltanto dalle dimensioni ma anche da altri fattori quali il numero dei bruciatori, la potenza, il peso. Naturalmente, inoltre, più il barbecue è accessoriato, più costa. Un modello dotato – vogliamo fare un esempio - di fornello laterale, piastra, girarrosto, 2 piani di lavoro, termometro integrato, ganci portautensili, coperchio, 2 griglie può arrivare a costare anche 700-800 euro.

Per un modello basic ne possono invece bastare anche 100, ma il consiglio è quello di non scendere sotto i 150 euro per evitare spiacevoli sorprese. In linea di massima, possiamo affermare che i barbecue a gas collocati nella fascia di prezzo 250-400 euro sono sicuramente efficienti, funzionali e affidabili. E chi è molto esigente, d’altra parte, non faticherà a trovare proposte interessanti.

Un capitolo a parte rappresentano i barbecue a gas portatili: generalmente con 80-90 euro si ha la possibilità di comprare un modello soddisfacente. I più costosi, comunque, non superano la soglia dei 300-350 euro.