Quali piastrelle scegliere per la cucina?

I vantaggi delle piastrelle bianche per la cucina

Vuoi regalare alla tua cucina un’atmosfera luminosa, ariosa? La scelta migliore è optare per piastrelle bianche. Ma “che tipo” di bianco? Già perché questo colore ha tante sfumature che lo rendono sempre diverso, declinando la sua delicatezza verso il perla, il ghiaccio, l’avorio, il grigio, il crema. Non solo.

Le piastrelle bianche nelle varie nuance allontanano la monotonia dall’ambiente cucina:

  • sono sofisticate quando giocano sui diversi toni;
  • assieme al legno danno allure nordica;
  • con accessori e mobili colorati regalano allegria;
  • ampliano gli spazi in caso di metrature limitate.

Un consiglio: usare diversi formati per le piastrelle candide, piccolo per le pareti, largo per i pavimenti. Si può anche decidere di mixarli, pure nelle versioni con eventuali grafismi per movimentare e mantenere la leggerezza.

Da Marazzi, una cucina con pavimento in gres porcellanato effetto legno sbiancato della collezione Treverkmore 20x120cm e con pareti rivestite con piastrelle in pasta bianca della linea Color Code, dall’aspetto minimale, 30x60 cm con abbellimento Deco 3D.

piastrelle bianche cucina marazzi


Atmosfera creativa in cucina con le piastrelle decorate

piastrelle Opus in gres porcellanato di Casalgrande Padana

Anche le piastrelle contribuiscono a rendere l’ambiente della cucina confortevole e piacevole da vivere, e non solo per preparare i pasti ma per creare pure una vera e propria accoglienza. Come?

  • Colori a contrasto;
  • forme e dimensioni diverse;
  • superfici opache o lucide;
  • materiali vari, ceramica, mono o bicottura, gres porcellanato;
  • finiture a seconda dell’effetto finale desiderato.

Ma un ruolo importante è rivestito dalle piastrelle decorate, cui si deve il tocco creativo tra mobili e fornelli.

I decori sono tanti:

  • floreali, grafici, fantasiosi;
  • variopinti anche con tonalità vivaci;
  • dotati di cromie che puntano su uno stesso tono più o meno scuro per assicurarsi disegni accattivanti.

In base ai gusti e all’equilibrio che si intende ottenere, le piastrelle decorate possono essere spalmate su tutta la superficie a disposizione oppure collocate solo in alcuni punti, come l’area sopra i fuochi o il piano di lavoro, magari dando origine a zone di continuità con il pavimento.

Richiamano il fascino della tradizione le cementine della collezione Opus in gres porcellanato di Casalgrande Padana dalle sofisticate decorazioni geometriche che si sbizzarriscono in eleganti motivi geometrici tra beige e grigio. Il formato è 20x20 cm con spessore di 7 mm.


  • pulire bagno Il bagno è il luogo della casa che maggiormente deve essere pulito ed igienizzato tutti i giorni dato che viene utilizzato in ogni momento da tutti i componenti della famiglia. Per pulirlo bene ed in ...
  • Pulire le fughe del pavimento La fuga è quello spazio che intercorre tra una mattonella e l'altra ed è necessaria per conferire elasticità al pavimento e, spesso, anche per migliorarne l'estetica. Le fughe, generalmente, vengono r...
  • Il primo passo per far brillare le tue piastrelle Le piastrelle si trovano in tutte le case e, generalmente, rivestono le pareti di bagno e cucina. Inoltre costituiscono il nostro pavimento, quindi è importante che siano sempre pulite e perfette. Man...
  • Metodi tradizionali per pulire le fughe Pulire le fughe dei pavimenti non è sempre facile come sembrerebbe. I normali detergenti che si passano in terra, al fine di rimuovere polvere e altri tipi di sporco, infatti, spesso non hanno effetto...


Quando scegliere le piastrelle nere per la cucina

piastrelle nere cucina Blackstone

Preferire le piastrelle nere per la cucina garantisce un fascino intrigante e contemporaneo all’ambiente ma è meglio sceglierlo per ampie metrature. Se si usasse questo colore in cucine piccole, lo spazio rischierebbe di sembrare ancora più ristretto e potrebbe generare un senso di oppressione. D’altro canto, il nero definisce bene la stanza, dandole carattere: usarlo significa avere un look essenziale e raffinato allo stesso tempo.

Come declinarlo?

  • Abbinabile con qualsiasi colore, meglio non optare per il total black al pavimento e al muro: potrebbe essere troppo cupo;
  • combinato con arredi di legno è un buon mezzo per portare eleganza nella stanza;
  • con il bianco o cromie vivaci se ne smorza la severità, ammorbidendola e valorizzando anche le altre tonalità.

Di nero, come il bianco, ci sono tante sfumature, tra cui l’effetto ardesia nera di Blackstone proposto da Iperceramica. Il gres porcellanato simula la pietra lavagna tipica dell’omonimo paese in Liguria ed è disponibile nei formati rettificati 30x60 cm, 60x60, per le pareti, e in quello mega 75x150 per il pavimento.


Quali piastrelle scegliere per la cucina?: Quali piastrelle per la cucina shabby?

piastrelle gres porcellanato Formelle_20 di Ceramica Fioranese Se la tua passione è avere casa in stile shabby chic, la cucina va pensata ad hoc: non solo mobili decapati ma anche piastrelle shabby, dalle tinte delicatissime e un po’ fanée, così da avvolgere la stanza in un abbraccio romantico e retrò.

I colori tipici delle piastrelle shabby da cucina si alternano tra bianco, beige, colori pastello come rosa antico, verde o azzurro molto pallidi. Pensa ad esempio una parete così concepita in armonia con soffitti bianchi o, se ci sono, travi di legno lasciati nature in cui il segno del tempo sia evidenziato da una vernice bianca leggera.

Piastrelle shabby chiare si sposano bene anche con pavimenti di cotto la cui intensità di base, più o meno intensa, fa virare il risultato finale da un insieme rustico od elegante, a uno country o provenzale. Risultato che si trasforma pure con la scelta di arredi proposti ad esempio in grigio tenue, lavanda, bianco, scrostati quel tanto che basta per un’usura decisamente attraente.

Colori caldi e polverosi per le piastrelle decorate in gres porcellanato Formelle_20 di Ceramica Fioranese, 20x20 cm, nelle varianti Intonaco, Mix 3 o 4 colori.